venerdì 19 settembre 2014

Moschino lancia la Barbie mania?? Cover (selfie-friendly) e t-shirt già richiestissime

Alla Milano Fashion Week per la Primavera Estate 2015 Moschino, nella persona del creativo Jeremy Scott, è riuscito a fare nuovamente centro. Dopo lo scanzonato (e diciamocelo, anche un po' bruttino) SpongeBob, sicuramente più caro ai maschietti, ha presentato al grande pubblico niente di meno che Barbie... che invece ha il doppio vantaggio di piacere a piccole e (forse anche di più) grandi. 

In tante, nella Boutique Moschino di via del Babuino a Roma, dove eravamo per guardare in diretta la sfilata, sono letteralmente impazzite alla sua vista! C'erano proprio tutte: Barbie pattinatrice, Barbie viaggiatrice, Barbie sexy, Barbie Malibù, Barbie palestra... mancava solo Ken (chissà perché non ci ha pensato...).



Le modelle indossavano mega fiocchi sopra a una montagna di capelli vaporosi (parrucche), doppie ciglia finte, rossetti vistosi (pare che abbiano mescolato il rosa, il bianco e il giallo per creare il mix perfetto) e tanto tanto rosa ovunque.


Le "Barbie" di Moschino hanno interpretato alla perfezione il ruolo divertendosi, pattinando, mandando baci, ammiccando e sorridendo. Decisamente molto magre a mio parere (la vita delle modelle riproduceva proprio quella della Barbie vera che ha creato non pochi complessi alle povere bambine di diverse generazioni). Forse, questo, lo avrei evitato o avrei affiancato anche qualche bella Barbie curvy in carne e ossa. Next time Jeremy!


Grande sorpresa per noi fashion editor romani: una volta finita la sfilata, mentre eravamo intenti a seguirla gustando biscottini rigorosamente rosa, la boutique romana ha subito messo in vendita alcuni capi couture della collezione. È così che abbiamo notato meglio la nuova cover della stagione che in mano alle modelle ci era sfuggita: uno specchio a mano rosa davvero selfie-friendly. Il prezzo al pubblico è di 53 euro, peccato solo sia stato pensato esclusivamente per i fortunati possessori di Iphone 5.







martedì 16 settembre 2014

Abiti da sposa particolari: sono quelli di Betsey Johnson presentati alla New York Fashion Week 2014

Abiti sposa 2015, Fashion week e originalità. Vi chiedete cosa centrino? Leggete pure...


... New York ha passato il testimone a Londra, che domani è pronta a passarlo a Milano. In partenza per la capitale della moda (quest'anno la permanenza sarà un po' più breve per me), mi sono soffermata a riguardare le sfilate più significative delle fashion weeks che ci hanno già regalato qualche anticipo sulla moda per la Primavera/Estate 2015.

Inutile dire che, come con Moschino, mi piace raccontarvi la sfilata più divertente e provocante della New York Fashion Week, pensando anche di poter essere utile a tutte le spose 2015 che hanno voglia di essere o sentirsi non troppo convenzionali.

Sto parlando della sfilata della stilista americana Betsey Johnson, a cui piace sempre sorprendere il pubblico senza prendersi troppo sul serio. 

make up retrò, make up vintage, trucco retrò, trucco vintage, ciglia finte

La collezione P/E 2015 di Betsey Johnson  - "Prenup" -  ha scelto 4 spose d'eccezione (ma io ho individuato più di 4 spunti per spose originali), tanta lingerie eccessiva e dal gusto retrò, vestiti in plastica, tessuti da immesione e crini di cavallo!! 

Dopo un'apertura irriverente, provocatoria, che vuole fortemente celebrare la libertà di sposarsi di tutti,,che siano gay, trendy o transgendy, ecco alcune proposte da cui lasciarsi ispirare...

abiti sposa per gay

idee abiti sposa particolari, sfilata betsey johnson PE 2015, new yotk fashion week

idee abiti sposa particolari, sfilata betsey johnson PE 2015, new york fashion week

idee abiti sposa particolari, sfilata betsey johnson PE 2015, new york fashion week

idee abiti sposa particolari, sfilata betsey johnson PE 2015, new york fashion week

Volete essere invece delle invitate super originali? Qui non tutto è indossabile (per lo meno senza far svenire i parenti degli sposi), ma vi mostro comunque l'estro della favolosa stilista settantaduenne.

idee abiti cerimonia particolari, sfilata betsey johnson PE 2015, new york fashion week

finale sfilata betsey johnson PE 2015, new york fashion week

Tra le modelle, anche tre famose attrici protagoniste del reality super kitsch, ma super apprezzato "Real Housewives": Kristen Taekman, Cynthia Bailey e Camille Grammer, insieme alla drag queen Sharon Needles che chiude la sfilata in grande stile (con una memorabile spaccata della stilista). La festa, a pensarci bene, forse è solo iniziata...






lunedì 15 settembre 2014

Miss Italia, vince Clarissa Marchese (e Simona Ventura)

Miss Italia 2014, per la seconda volta in onda su La7.

A spuntarla è stata Clarissa Marchese, 20 anni, nata a Sciacca (AG) e residente a Ribera (AG). Alta 1,78 e appena iscritta alla Facoltà di Logopedia a Parma. Ma adesso cosa farà vista la sua doppia determinazione ad emergere con tutte le forze in entrambi i settori? 



Miss Italia ha voluto lottare con le unghie e con i denti per fare in modo che la kermesse non tramontasse definitivamente. Così, ha puntato tutto sull'intuizione, la visione e le capacità di Simona Ventura che ha sottolineato, a gran voce, l'aria di rinnovamento che avrebbe caratterizzato, grazie a lei, il concorso.

Senza risparmiarsi, ha parlato di edizione memorabile, moderna (e molto più social), ma soprattutto di Miss 2.0. La promessa era quella di non presentare le solite Miss anonime o mute, ma ragazze piene di personalità, "che faranno spettacolo con me" - aveva affermato la Ventura. Ecco perché le Miss sono state presentate come smart, social e, quindi, 2.0.

Diciamo la verità: non tutti credevano che questo potesse essere possibile, ma sorprendentemente... nulla è stato lasciato al caso: le Miss si sono rivelate spumeggianti, il trucco non inesistente, i capelli vaporosi e, udite udite, i costumi interi (da bagno) hanno lasciato il posto a quelli di scena, spesso sexy e succinti (realizzati dalla stylist Claudia Tortora).

Straordinariamente apprezzato il fatto che le finaliste in gara non sono state più 101 (!!!), come nell'edizione 2012, o 63 (come l'anno scorso), ma SOLO 24, un numero umano, presentate in 4 gruppi da 6.

Il primo è il gruppo delle sofisticate: le Miss ancheggiano vestite da circensi, sanno quello che devono dire (e infatti le clip sono registrate) e fare. Anche le domande dei giurati sono preparate (leggono palesemente), peccato che le risposte delle Miss non lo siano e, a volte, questo non è stato un bene (che gli costava a questo punto comunicargliele?!?), ma... ben venga anche un po' di spontaneità.

miss italia 2014, vincitrice

Il secondo gruppo si professa invece candido e semplice, ma nonostante i fiorellini everywhere ammicca e io dico... menomale!!

miss italia 2014, vincitrice

miss italia 2014, vincitrice

Il terzo gruppo rappresenta la vitalità e la voglia di competere lealmente. Sono le sportive, sempre sorridenti, colorate, ma decise. Spontanee o meno, per lo meno le vediamo recitare i panni di un personaggio, posare per una telecamera e per una macchina fotografica. Un grande passo in avanti che ricorda (finalmente) il famoso reality America Next Top Model, da cui mi auguravo potessero prendere un po' spunto.

miss italia 2014, vincitrice

miss italia 2014, vincitrice

miss italia 2014, vincitrice

Il quarto e ultimo sestetto rappresenta la tipologia di ragazze romantiche, ma Simona ha capito tutto e, anche se le definisce "romanticone", approva i balletti e gli sguardi decisi delle ragazze che, anche in questo caso, non mancano. Principesse sì, ma pur sempre 2.0!

miss italia 2014, vincitrice

miss italia 2014, vincitrice

Seconda scrematura: le ragazze sfilano e ballano accompagnate dalla musica di 4 dj e "vestite" dallo street artist italiano Mauro Pallotta. Tutto è davvero moderno, come negarlo! (forse anche un po' troppo ostentato?!). 

miss italia 2014, vincitrice

miss italia 2014, vincitrice

Terza scrematura: torna il costume, ma è un bikini e (incredibile) c'è anche chi indossa il perizoma!!! Simona Ventura ha davvero avuto carta bianca con Patrizia Mirigliani questa volta... Chissà papà Mirigiliani cosa avrà pensato... (comunque il costume intero quest'estate andava di moda, ma vabbé...).

Le ragazze rimaste in (bikini) gara si sono poi sfidate nel tentativo di convincere la giuria tecnica a votare per loro. Obiettivo: catalizzare l'attenzione di tutti con una sfilata, una presentazione di sé e tante risposte (intelligenti) alle domande della giuria.

Quarta scrematura: le 8 ragazze hanno poi sfilato in abito da sposa e occhiali da sole (anche qui tocco di modernità, vedi Laura Chiatti sposa in copertina su Chi), rimanendo in 5, fino ad arrivare alla vincitrice che, a questo punto, conoscete già.

miss italia 2014, vincitrice

In definitiva edizione super moderna come super Simo, meno social di quanto immaginassi (si è fatta menzione dell'hashtag #condividilatuamiss che i fan e i telespettatori potevano usare per sostenere la propria concorrente preferita sui propri social? Io me lo sono perso).  

E le blogger? C'erano alcune care colleghe, ma forse lo so solo io. Di loro, infatti, nessuna menzione, né sul sito di Miss Italia (pur avendo un blog interno), né in trasmissione. Peccato, potevano essere impiegate in un modo migliore.

Ma Simona Ventura ce l'ha messa davvero tutta e il mio voto non può che essere super positivo. Ad maiora semper!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...