martedì 18 giugno 2013

Jean Paul Gaultier, ospite d'onore per AltaRoma, sceglie "La Parigina" e continua a raccontare la forza delle donne

Jean Paul Gaultier ha fatto storia grazie ad un talento puro, innato ed autentico.

E proprio lui quest'anno sarà a Roma fra noi, ospite d'onore della XXIII Edizione di AltaRoma

Ci chiediamo chi fra i fortunati giornalisti avrà la possibilità di essere fra gli eletti presenti il 7 luglio nel Complesso Monumentale S. Spirito in Sassia, dove il couturier francese presenterà il suo show di haute couture "La Parisienne".

Ma nell'attesa di vedere se nella famosa lista verrà inclusa anche qualche fortunatissima blogger, mi piace riprendere e offrirvi lo splendido quadro umano dello stilista emerso grazie all'abile penna di una giornalista d'eccezione.


Fino a pochi anni fa, nessun giornalista era stato così abile a carpire qualche segreto in più relativo alla sua infanzia e ai suoi inizi. Ma Suzy Menkes, giornalista di grande talento, famosa per la sua penna coraggiosa e senza peli sulla lingua, trova la chiave giusta in un’intervista rilasciata dal designer in occasione dell’inaugurazione di una delle sue exhibitions a San Francisco, nel marzo del 2012: The fashion world of Jean Paul Gaultier. From sidewalk to the catwalk.

Jean Paul si mette a nudo con lei, raccontando di essere sempre stato diverso dai suoi compagni di scuola. L'esperienza di sentirsi un estraneo, però, gli aveva regalato anche una prospettiva unica sul mondo: "Sono sempre stato ispirato da tutto ciò che era diverso, forse perché non accettavo neanche me stesso", ha detto il designer alla Menkes 
(dunque cercava altro da sé o ricercava il vero sé, non riconoscendolo comunque come "normale", io mi azzarderei ad interpretare).

Per questo sceglie sin da subito di celebrare nella moda le differenze, utilizzando la sua arte per affrontare questioni di genere, razziali e multiculturali.

Ma per quanto riguarda l’appellativo che mai l’abbandona “enfant terrible”, ci tiene a sottolineare di non aver mai puntato a guadagnarlo. "Tutta questa  faccenda di esser stato il pioniere di una rivoluzione sessuale (…) è mal interpretata. Il mio obiettivo non è stato mai quello di essere scandaloso, io riflettevo solo ciò che vedevo accadere intorno a me". Le donne parigine stavano semplicemente cambiando: acquisivano forza e senso di libertà maggiore.


E allora decide di enfatizzare l'identità sessuale delle donne prima, e quella degli uomini subito dopo. “Sono sempre stato per l'uguaglianza dei sessi. Se le donne potevano essere forti e maschili, anche gli uomini potevano essere femminili. La mentalità del tempo stava cambiando".

Così, dal 1976, le sue donne portano le gonne-pantaloni e gli uomini i pantaloni-gonna. Il suo stile si impone e viene sempre più imitato.

Jean Paul Gaultier. Collezione A/I 2012-13
Alla domanda sugli anni in cui ha creato i suoi primi corsetti, che poi avrebbe indossato Madonna, facendo tendenza in tutto il mondo, Jean Paul cita la madre e la nonna come fonti d'ispirazione: "Mi hanno insegnato che le donne erano intelligenti e forti, a volte più degli uomini. Io ho solo cercato di ritrarre questa visione attraverso l'abbigliamento. Non si trattava di sessualizzazione delle donne, ma di mostrare il loro potere".

Jean Paul Gualtier e Madonna
Jean Paul è riuscito davvero bene nell'intento di valorizzare la forza di tutte le donne. E continua a farlo ancora oggi, con la grinta e l'estro che lo contraddistinguono da sempre. 
Beth Ditto per Jean Paul Gaultier. Paris
Beth Ditto per Jean Paul Gaultier. Paris
In attesa di scoprire il nuovo show tutto romano, potrete trovare l’intervista integrale di Suzy Menkes qui.  

68 commenti :

  1. Dietro ad un grande uomo c'è sempre una grande donna. Quindi se èstato ispirato dallanonna ringraziamola:-):-):-)

    RispondiElimina
  2. una vera forza della natura e un po' sopra le righe come tutti i grandi artisti, ma come si dice: "Se sono normali, non li vogliamo !!!"

    RispondiElimina
  3. Be' che dire, qui abbiamo a che fare con un grande

    RispondiElimina
  4. Adoro Jean Paul Gaultier, spero che scelgano te tra le blogger invitate, in tal caso ... porti anche me?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rebecca...io mi sono candidata... ti aggiorno!! ehehehe ;)

      Elimina
  5. Interessante davvero questo post e aspettiamo quel giorno allora per questo evento così particolare!!! :)

    RispondiElimina
  6. Sarà sicuramente un bell'evento e nell'attesa è sttao bello leggere questo tuo post, grazie!

    RispondiElimina
  7. uno stilista certo molto particolare...

    RispondiElimina
  8. Jean Paul Gualtier è un grande , molto interessante l'intervista di Suzy Menkes.
    Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  9. Bellissimo articolo,stupenda analisi....Ignoravo questa intervista ...e questi dettagli di lui . Tu hai magistralmente saputo mettere insieme tutto cio...rendendo lo stilista un personaggio unico e accattivante .Brava ...brunella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Brunella...ci ho messo il tocco da psicoterapeuta questa volta ;)

      Elimina
  10. finalmente ul blog dedicato anche alla moda! ;)

    RispondiElimina
  11. Davvero bella l'intervista della Menkes. Sincera e secondo me illuminante. Attuabile però in quegli anni. Nel senso che un discorso del genere oggi risulterebbe davvero banale e difatti è solo questo quello che spesso gli stilisti non capiscono. Che ciò che dice JPG è vero, ma è già passato. Bisogna guardare avanti e cercare nuovi stimoli, nuove idee per la donna e per l'uomo. Non parlare sempre di rivoluzione sessuale, la donna-uomo, l'uomo-donna altrimenti non si andrà mai avanti.

    RispondiElimina
  12. Cose e particolari che non conoscevo di lui! Che voleva ritrarre il potere delle donne e non la sessualizzazione

    RispondiElimina
  13. davvero un post sublime, letto tutto d'un fiato! ho adorato il modo in cui si è aperto in questa intervista, la grandiosità è nelle persone semplici. un bacio
    http://pescaralovesfashion.com/2013/06/open-day-in-art-pescara/

    RispondiElimina
  14. very interesting. thanks for sharing.
    lovely greets
    maren anita

    FASHION-MEETS-ART by Maren Anita

    RispondiElimina
  15. Un post che ho letto con molto interesse perché seppur personaggio notissimo, non conoscevo praticamente nulla di lui e questa intervista ci mostra un Gaultier sconosciuto ai più.. davvero interessante!

    RispondiElimina
  16. Bellissimo post. Io adoro JPG.
    Ma dimmi un po' ma come si fa a candidarsi per la sua sfilata? Sarebbe meraviglioso.

    Alessia
    ElectroMode

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessia, grazie tante. Accreditati qui e incrociamo le dita! http://www.altaroma.it/?id=38 ;)

      Elimina
    2. Ragazze io l'accredito l'ho chiesto ma al momento non ho ricevuto risposta. Ma quindi basta chiedere l'accredito per Altaroma per essere anche invitati alla sfilata di Gaultier?

      Elimina
    3. No, credo proprio che per Gaultier ci voglia un invito a parte...

      Elimina
  17. un'intervista molto bella, adoro jean PAul Gaultier!

    RispondiElimina
  18. Molto interessante e dettagliato il tuo articolo! Molto piacevole da leggere! Brava!

    RispondiElimina
  19. STILISTA STRAVAGANTE E AFFASCINANTE, LO ADORO

    RispondiElimina
  20. Mi piace molto questo stilista, i corsetti indossati da madonna durante il video e tour Vougue chi li dimentica!!?? E brava la nonna che ha saputo ispirare il talento di quest'uomo!!

    RispondiElimina
  21. davvero uno stilista particolare.. ha sempre idee avanti.. aspettiamo l'evento.. bacioni noemi trucco e dintorni

    RispondiElimina
  22. Adoro questo stilista, ma nel tuo articolo ci sono cose di lui che non conoscevo grazie

    RispondiElimina
  23. che stilista!!!


    New post <3
    http://chicstuds.blogspot.it/2013/06/power-green.html

    RispondiElimina
  24. Non conoscevo questi dettagli relativi alla sua vita, grazie per averli condivisi! Bellissimo post


    Alessia
    THECHILICOOL
    FACEBOOK
    Video YOUTUBE
    Kiss

    RispondiElimina
  25. ogni artisa è un pò "pazzo" e io lo trovo super!!! e grazie alla nonna ;) laura

    RispondiElimina
  26. Sarebbe un sogno poter incontrare di persona Jean Paul Gautier, un grand maestro di moda!!

    RispondiElimina
  27. Con questo post ho scoperto tante csoe che non sapevo su di lui! In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  28. Adoro jean paul gautier , e adoro soprattutto i suoi profumi *_*

    RispondiElimina
  29. Non sapevo della sua presenza ad AltaRoma. Lui è eccezionale! Mi piace!
    marti
    www.glamourmarmalade.com

    RispondiElimina
  30. Peccato, io credo che causa pancione questa volta me ne resterò a casa!
    Torna presto a trovarmi su Cosa Mi Metto???
    Win a pair of baroque sunglasses!!

    RispondiElimina
  31. Io di sicuro non sarò tra le fortunate, mi spiace perchè ammiro Gaultier e mi piacerebbe incontrarlo, ma sia perchè non ho il profilo adatto che per impegni personali penso che salterò tutta AltaRoma quest'anno!!
    Don't Call Me Fashion Blogger
    Facebook
    Bloglovin'

    RispondiElimina
  32. davvero interessante scoprire qualcosa di più di uno stilista grazie per la condivisione

    RispondiElimina
  33. Hai aperto uno spiraglio che lascia intravvedere una nuova parte di Gautier. Non amo molto il suo genere, ma è pure sempre originale con un suo stile e pensiero.

    RispondiElimina
  34. quest'uomo è un genio! ho sempre adorato le sue idee!

    RispondiElimina
  35. che bel post,......mi piace leggere post dedicati alla moda......complimenti

    RispondiElimina
  36. io adoro Jean paul Gualtier, bel post
    Alessandra
    www.alessandrastyle.com

    RispondiElimina
  37. Ciao cara, ho appena scoperto il tuo blog da fb e tiseguo su bloglovin, gfc e fb (profilo valeria arizzi). Ti va di ricambiare? Ovviamente facci sapere se sarai inclusa nella lista d'oro!!
    xoxo
    Coco et La vie en rose
    Coco et La vie en rose on Bloglovin
    Coco et La vie en rose on Facebook

    RispondiElimina
  38. Bell'articolo, molto interessante, nonostante lo conoscessi per fama, non sapevo queste cose

    RispondiElimina
  39. in effetti essendo cresciuta con MADONNA associo sempre jean paul gaultier a lei!ma adoro il suo stile audace...infatti ho qualche capo ( si contano sulle dita di una mano....xchè costanoooooooooooooooooo) che indosso solo in occasioni speciali....come un cappello.....davvero esagerato!

    RispondiElimina
  40. Hai citato due colossi, uno della moda (geniale e innovativo sempre) l'altra del giornalismo (irriverente e lucida)!

    RispondiElimina
  41. Adoro JPG e sicuramente questo evento sarà fantastico. Ho un paio di stivali JPG favolosi, hanno qualche annetto sulle spalle ma li indosso per occasioni speciali quindi sembrano ancora nuovi.

    RispondiElimina
  42. ottimi esempi....interessante il tuo post

    RispondiElimina
  43. che bell' evento davvero particolare, hai scritto un bell'articolo.

    RispondiElimina
  44. Bel post, è stat davvero interessante leggere dell'intervista della Menkes

    Torna a trovarmi sui miei blog

    Travel and Fashion Tips

    Dieta e Nutrizione

    Le ricette di Anna e Flavia

    RispondiElimina
  45. Io ho sempre amato come il caro Jean Paul portasse avanti la figura della donna, forte indipendente e con gran carattere, magari qualche volta esagerando un pò, però ho sempre trovato affascinante il suo pensiero!

    RispondiElimina
  46. Lo adoro, sara sicuramente un evento favoloso!

    New post on the blog:
    http://www.cultureandtrend.com/

    RispondiElimina
  47. Bello questo articolo dedicato a Jean Paul Gaultier... Sono pochi i bloggers che scrivono post interessanti come questi!

    RispondiElimina
  48. Lui la perfezione! Inoltre ti auguro d essere tra quelle fortunatissime blogger!

    Carmelyta'sRoom

    Pagina di Facebook : Carmelyta'sWorld

    RispondiElimina
  49. Sicuramente al giorno d'oggi la sua personalità risulterebbe alquanto noiosa e prevedibile. Oggi siamo abituati ad artistoidi che si credono alternativi. La sua personalità era "giusta" per quegli anni, è stata sicuramente questa la sua fortuna, oltre al suo grande talento indiscutibile.
    Sicuramente interessante l'intervista, molto vera.
    Un bacio!
    ENTROPHIA.IT

    RispondiElimina
  50. Magari essere tra le fotunate...gwenio assoluto lui!
    www.productspeopleplacepage.com

    RispondiElimina
  51. speriamo che quest'anno siano magnanimi con gli accrediti...!

    Federica
    La Ragazza dai Capelli Rossi

    RispondiElimina
  52. bellissimo post davvero!!!! BRAVISSIMA!!

    RispondiElimina
  53. Un grandissimo uomo, un talento incredibile, riesce ad esprimere appieno la sua concezione di moda, donna e uomo. E lo fa senza trasformare le donne in androgine senza sapore o uomini in donne uscite male. Lo fa al giusto modo, con la giusta dose di coraggio ma soprattutto con gusto.
    Bravo Gaultier, è un esempio da seguire per noi designers.
    E bravissima tu, molto interessante questo articolo!

    RispondiElimina
  54. Io ho ricevuto proprio adesso l'accredito da parte di Alta Roma. Purtroppo, però, per la sfilata di JPG è necessario un invito a parte. Voi sapete per caso come fare? Grazie e...ci vediamo lì!

    Rita Talks

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rita, è appena arrivato l'accredito anche a me. Per Jean Paul...bisogna solo...chiedere! Io mi sono mossa così...credo sia completamente a loro discrezione.

      Elimina
    2. Proviamoci!!!

      Rita Talks http://www.facebook.com/ritatalks

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...