sabato 21 dicembre 2013

Corsi making fashion con Alessandra Impalli: come realizzare un tubino

Ultima lezione a cui assisto prima di Natale: come realizzare il classico e intramontabile tubino. Niente nero, osiamo con  un bel verde!


Ci vogliono almeno 4 ore per una principiante (sotto la supervisione di una maestra) per realizzare un capo degno di questo nome e il risultato ti dà grandi soddisfazioni dopo tanto impegno e fatica.

Qualcuno dice che corsi di questo genere indispettiscano un po' i "veri" sarti, come se si spaventassero della concorrenza che può generare il trend DIY (Do It Yourself, fallo da solo). Personalmente ritengo sia un modo bellissimo di trascorrere il proprio tempo, un modo di imparare ad apprezzare l'abilità e la pazienza delle nostre nonne, mamme e di tutti i sarti e gli stilisti che oggi scelgono questo mestiere.

Per cucire ed essere precisi ci vuole tanto tempo, tanta pratica e corsi ben più specifici e professionali, ma per sviluppare una bella idea ci vuole gusto, estro, creatività (e naturalmente, ribadisco, tanto studio). Tutte capacità che Alessandra mostra di avere se pensate a come ha reso il mio tubino speciale, riciclando pezzi avanzati dagli harem pants di qualche lezione fa. É un'artista, c'é poco da aggiungere. Tra l'altro, i capi che le vedete indosso sono sempre realizzati da lei e io non aspetto altro che la loro produzione. Amo il suo gusto delicato, ma mai banale, senza dimenticare che é una testimonial perfetta di se stessa.

Ecco dunque qualche foto di come un metro e cinquanta di maglia di lana rasata sono diventati un tubino speciale.


Io mi porto a casa una consapevolezza e un consiglio a tutti gli appassionati di moda che mi leggono e che nella vita desiderano scrivere: consiglio a tutti corsi del genere o, perché no, ancora più approfonditi. Riuscire a giudicare un taglio e una cucitura non é cosa da poco, é un valore aggiunto che vi renderà ancora più competenti in questo mondo dove sembra essere rimasto spazio solo per i migliori. Per fortuna, tutti possiamo esserlo.

Dimenticavo, voglio lasciarvi con una chicca inedita. Siete abituati a vedere Alessandra in trasmissione serafica, calma come se niente mai nella vita potesse turbarla, invece, anche lei può perdere la pazienza (in modo molto bonario) con chi vuole dire la sua, ma finisce solo per fare confusione... (per gioco) trattasi del nostro caro Giorgio. Vi lascio al video e ringrazio Michela e la splendida sede che ospita i corsi romani. 





8 commenti :

  1. Devo provarci anche io! Secondo te, posso riuscirci?

    RispondiElimina
  2. Non sai quanto mi è dispiaciuto non essere potuta venire a novembre! :(
    Ma ci sono ancora corsi? C'è un calendario?
    Dev'essere stata un'esperienza fantastica! :)
    Bacioni,

    Benedetta

    http://www.daddysneatness.com

    RispondiElimina
  3. E' splendido realizzare qualcosa con le proprie mani!

    Federica
    http://www.thecutielicious.com/

    RispondiElimina
  4. Lo scopo del vestito è quello di apparire, non di camminare! ahahah :D
    fortissimo!



    www.TheFashionCoffee.com

    RispondiElimina
  5. bellissimo il vestito con quell'inserto in ruches bello bello!!!
    Ti ripeto, vorrei essere al tuo posto!

    RispondiElimina
  6. Che bella esperienza! Bravissima!

    www.thefashionjungle.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...