giovedì 10 luglio 2014

Moda sotto le stelle 2014, la finale: and the winners are...

Vi avevo già parlato di Moda sotto le Stelle, concorso per giovani designers organizzato da Glamorize Eventi, giunto alla sua terza edizione; e l'avevo fatto in questo articolo. Ebbene ieri, finalmente, si è svolta la tanto attesa finale, attesa dai 10 stilisti in gara, visibilmente emozionati, come se dovessero sostenere l'esame più importante della loro vita.

Ed effettivamente lo è: quando sottoponiamo le nostre creazioni o le nostre capacità al giudizio di qualcun altro, è sempre un esame. Sempre importante, perché ogni volta potrebbe essere quella che ti cambia la vita, che ti fa decidere di prendere una direzione nuova, diversa, una strada che, magari, non avevi ancora avuto il coraggio di percorrere. 

Poi, a volte, per magia, basta una parola, un complimento, un sorriso e le speranze e i sogni, magari sopiti, vengono ri-alimentati.

moda sotto le stelle, finale, vincenzo valente
Finale Moda sotto le Stelle 2014. Regia artistica di Vincenzo Valente
Tutti abbiamo bisogno dell'approvazione degli altri, dei sì e anche dei no, delle porte aperte e di quelle sbattute. Quelle sbattute ti lasciano l'amaro in bocca, ma ti regalano anche l'opportunità di impegnarti ancora di più, per tornare a sfondarla quella porta chiusa.

Eppure gli stilisti, ieri, mi sembravano tutti solamente grati, grati dell'opportunità di avere una passerella dove far sfilare la loro idea di abito, le loro costruzioni, le loro passioni.

Me lo raccontava proprio ieri Francesca Alesse, una delle designer in gara, creatrice del brand The Butterfly Effect, al termine della serata. Era così grata e gioiosa che sembrava avesse vinto lei tutti i premi del mondo. Deve essere evidentemente così: nella sua testa deve aver vinto tutto, deve essere stata fiera di quello che è riuscita a costruire e presentare al pubblico.

"The Butterfly Effect" necklace
A vincere "ufficialmente", invece, ieri sono stati Jacopo Teodori, reduce dalla prima edizione di Project Runway Italia (premio giuria) e Farwa Zulfigar (premio della critica). Jacopo e la trasformabilità dei suoi capi grazie a un sofisticato sistema di cerniere, si è aggiudicato uno shooting fotografico e la copertina sull'innovativa rivista "Romeo and Juliet"; mentre Farwa, grazie all'originale e coraggiosa impresa di far incontrare (il suo) oriente e occidente, verrà accolta gratuitamente per tre mesi nel concept store di Mad Zone, dove avrà la possibilità di esporre e vendere le proprie creazioni

moda sotto le stelle, concorso, stilisti, jacopo teodori, concorso stilisti
Jacopo Teodori vince Moda sotto le stelle 2014
moda sotto le stelle, concorso, stilisti, farwa zulfigar, concorso stilisti
Gli abiti di Farwa Zulfigar vincono il premio della critica di Moda sotto le Stelle 2014 
A questi premi Mad Zone, che nasce proprio per dare alle giovani promesse quello spazio che i più negano, ieri ha deciso a sorpresa di aggiungerne un altro. In occasione di AltaRoma, infatti, Mad Zone presenterà il 15 Luglio alle ore 20 un enfant prodige della moda: lo shoes designer Daniele Amato che adesso ha 17 anni (ed è ancora piccolo), ma che già all'età di 7 anni disegnava e veniva apprezzato niente meno che da  Manolo Blahnik (non c'è bisogno di aggiungere molto, che dite?). 

In occasione della presentazione della sua nuova collezione Primavera/Estate 2015 ispirata ad Alice nel Paese delle Meraviglie, a tutti i finalisti di Moda sotto le Stelle sarà data la possibilità di esporre tre delle loro creazioni a partire dal 15 Luglio fino alla fine del mese.

mad zone, daniele amato, scarpe

Ci mancherà un po' quello che stava quasi diventando l'appuntamento del Mercoledì all'OS Club, ma tante altre avventure di moda aspettano tutti noi e allora, rimaniamo tutti sintonizzati, vicini e appassionati.

Abito Le Jardin de la Coquette - Mad Zone Store


Tutte le foto sono di Il piacere della differenza: di Mirko Dominici, Federico Floresta e Roberto Scardoni.


11 commenti :

  1. Purtroppo non conosco bene le creazioni di tutti i partecipanti per avere un'idea completa, ma credo che fosse di Jacopo quella sorta di trench maschile. Anche lì c'erano una serie di cerniere che forse rendevano il capo trasformabile. Davvero carino.

    www.guyoverboard.com

    RispondiElimina
  2. Che evento meraviglioso! E che bello che le collezioni siano ispirate ad Alice nel paese delle meraviglie, chissà quanti capi fantasiosi e particolari ne verranno fuori! :)

    Baci,

    Benedetta

    http://www.daddysneatness.com

    RispondiElimina
  3. Bellissimo :) Un bacio! :)
    Debora
    www.deboragemin.it

    RispondiElimina
  4. Mi dispiace ma tu vestita tutta di bianco hai completamente rubato la scena a tutto il resto, sei una meraviglia!
    Fabrizia – Cosa Mi Metto???

    RispondiElimina
  5. Gli abiti della Zulfigar sono bellissimi! Sono contenta abbia vinto uno dei premi :)
    Mina, Fashion Blogger on The Style Fever

    RispondiElimina
  6. Io concordo nel dire bell'evento, ma tu in bianco WOW!

    Esse

    RispondiElimina
  7. un complimento a tutti i partecipanti che comunque hanno vinto avendo avuto questa grande opportunità di presentare le loro collezioni e bella tu !!

    B.

    RispondiElimina
  8. Complimenti ai vincitori e complimenti a te : deliziosa ;)

    Bisous ♡
    BecomingTrendy | Facebook | Instagram | Twitter

    RispondiElimina
  9. aspetta, aspetta...questo Daniele Amato disegnava scarpe già a 7 anni?
    oddio, mi hai troppo incuriosito! vado a cercare informazioni su di lui!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...