lunedì 11 maggio 2015

Lingerie maschile: è davvero un piacere segreto per gli uomini?

Un'azienda australiana, la Homme Mystere fa sapere che un numero crescente di ragazzi sta scoprendo il comfort della lingerie con pizzi e merletti. 

Ripeto: un numero crescente di ragazzi sta scoprendo il piacere e la confortevolezza della biancheria intima femminile.

Lingerie maschile - Homme Mystere

L'affermazione pare sia basata su effettivi riscontri di pubblico (e di vendite). Il proprietario dell'azienda ha certamente avuto non poco da fare per difendersi da attacchi e critiche che sono piovute come meteoriti pesantissimi non appena i suoi capi di lingerie maschile sono usciti sul mercato.
Is he gay??He must be?Or he must be bi at least!? There is always an interest in that area. But something else is happening. There is more of an acceptance that lingerie exists. There’s an acknowledgement that some guys like briefs with a bit of lace or want to wear a bra or sleep in a soft one piece teddy. And guess what?Like girls, some guys can look pretty damn good in a thong!
I media hanno subito chiesto se la lingerie fosse stata creata e si rivolgesse a un pubblico gay o trans, ma l'azienda ha chiaramente riferito che sono tantissimi gli uomini etero felicemente sposati che amano la lingerie sexy proprio perché vogliono sentirsi sensuali e attraenti per le loro mogli. Da qui l'idea di farne un business.

E sembra proprio che a confermarlo siano gli stessi clienti all'interno del blog aziendale.

Sarà, ma a vedere gli uomini in campagna pubblicitaria accanto a quelle che dovrebbero essere le proprie compagne, mi viene da pensare che non sono ancora pronta per tutto questo e continua a rimanermi il dubbio che questi fantomatici uomini esistano, ma siano in netta minoranza, talmente pochi da non poterci costruire un business. 

Voi che ne pensate? Fatevi avanti uomini anonimi. Anche voi siete attratti da questo tipo di lingerie e ritenete sia un taboo da superare come sostengono i clienti dell'azienda?


18 commenti :

  1. Io non metto in dubbio la comodita' dei capi, ma sicuramente a livello di design - stoffe e fantasie, l'azienda potrebbe fare qualcosa di piu' sobrio, al posto di pois, pizzi e fiocchetti. Usare dei colori unisex magari, tinte unoite o anche stampe che non siano marcatamente femminili, forse?

    RispondiElimina
  2. Non sono uno di quelli timorosi del mix tra i generi, ma secondo me la lingerie ha una forte carica sensuale ed erotica perchè progettata per il corpo femminile.

    Anatomicamente la lingerie non ha lo stesso effetto su un uomo sia per via dei diversi organi genitali e sia per altre parti del corpo come ad esempio il pettorale, che non è un seno.

    E lo stesso vale per gli slip maschili. Sto pensando ad esempio alle mutande di Andrew Christiansen o ai suoi jockstrap, che su un corpo femminile non darebbero un effetto sexy.

    Insomma, l'unica cosa che questa azienda ha messo in luce è che gli uomini sentono la necessità di sperimentare altri materiali per il loro intimo. Ma utilizzare intimo femminile c'entra più col travestitismo (e non con l'essere gay) che con la moda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con Riccardo, da donna dico che é un po' strana come cosa e non ci credo granché...

      Elimina
    2. Non posso che essere d'accordo con Ricky!
      Sembra più un gioco erotico comunque, che un vero e proprio trend o una tendenza :D

      Elimina
  3. io preferisco l'uomo con la biancheria da uomo!
    Nameless Fashion Blog

    RispondiElimina
  4. Sapevo di questo scempio, io sono disgustata :°D Pizzi, merletti... POIS! Ma siamo pazzi? Mi sembra una mossa pubblicitaria, onestamente...

    RispondiElimina
  5. io preferisco il mio uomo in boxer..... -.-'

    RispondiElimina
  6. non ci voglio credere!! a me l'uomo piace con la biancheria classica! Assolutamente!
    Alessandra

    RispondiElimina
  7. vabbè...mi sembra giusto un pochino eccessivo
    e per dirlo io che dell'eccesso ne ho quasi fatto una filosofia di vita...ce ne vuole hahahaha
    xoxo

    RispondiElimina
  8. Ho visto un accenno di questo post su Facebook ed infatti sono venuta a "leggerti" perchè volevo scoprirne di più..
    Onestamente neppure io sono pronta per tutto questo...credo si stia un po perdendo la bussola su quelli che devono essere limiti e differenze a mio parere invalicabili.
    Un bacio Ida.

    www.angelswearheels.com

    RispondiElimina
  9. No ma è una cosa orribile! non mi sembra sinonimo di virilità maschile, viva la biancheria classica!
    http://www.beautyandnail.blogspot.it/
    Marta

    RispondiElimina
  10. No vabbè.... Ma dove andremo a finire??? ahahahahahah Farò leggere questo post al mio boy!!! XD

    RispondiElimina
  11. OH Mio Dio, questo è troppo per me!

    RispondiElimina
  12. Sono davvero perplessa...bleah!

    Giada, blogger of Being Over the Moon

    RispondiElimina
  13. Sinceramente sono combattuta. Da una parte apprezzo che ci sia qualcuno che produce capi "strani" se vogliamo ma che hanno un loro mercato, dall'altra comunque penso al MIO uomo che le indossa e (purtroppo) mi viene solo da ridere...
    Non so, è un trend che devo ancora metabolizzare!

    RispondiElimina
  14. Concordo con Laura sulla mossa pubblicitaria...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...