domenica 31 gennaio 2016

Incontro ravvicinato con (le borse di) Benedetta Bruzziches

Avete presente quando un fan incontra un vip che apprezza talmente tanto da non riuscire a comportarsi come una persona normale che incontra un altro essere umano?

Ecco, questo è stato il mio atteggiamento quando ho incontrato qualche giorno fa durante Altaroma* Benedetta Bruzziches.

Come si fa a non amare una donna che, non solo riesce a trasferire arte, favole e poesia nelle sue borse, ma che riesce a essere nella vita e nel lavoro esattamente come le sue borse?

Dopo esserci presentate, ho raccolto la mia personale intervista semplicemente rimanendo ad ascoltare quella che rilasciava per TGR. Così, mentre raccontava come tutto è iniziato, sono rimasta colpita dal fil rouge che legava i suoi racconti, che regolava il suo tono di voce, che modulava i suoi sorrisi: l'amore per la vita e la condivisione.

In ascolto
Benedetta ha scelto questo mestiere soprattutto perché ama pensare di poter lasciare un patrimonio ai figli che verranno, qualcosa che la loro mamma ha fortemente desiderato e che potranno  portare avanti per lei e le generazioni a venire.

Quando le viene chiesto un consiglio ai giovani imprenditori che desiderano lanciarsi in un'impresa, Benedetta risponde che il (suo) segreto è stata la famiglia, sono state tutte le persone che hanno creduto in lei e l'hanno sostenuta. Fermamente convinta che da soli non si va lontano e che c'è bisogno di coinvolgere le persone che ami, di fare squadra e condividere con generosità.

Così scopro suo fratello, Agostino Bruzziches, che lavora per lei e con lei e, insieme, girano il mondo.

La grande famiglia di Benedetta Bruzziches a lavoro "live" per Road to Style - Altaroma

Solo una persona che ama così e percepisce l'importanza dell'amore sopra ogni altra cosa poteva produrre dolcetti, nuvole e lavagne su cui raccontare pezzi di vita che invece sono borse, ma che consentono alle donne che le indossano di tornare bambine e di giocare nella vita e nella moda con eleganza e personalità.


Benedetta Bruzziches New collection SS 16

Ora, ditemi: come si può non amarla?

Da sin. la Pr Raffaella Longo Rinaldi, Benedetta Bruzziches, la blogger Marinella Rauso, me

*Road to Style – Celebrating Via dell’Oca e Via della Penna è l’edizione pilota del progetto sperimentale realizzato da Altaroma per la valorizzazione delle vie dello shopping. Boutique di nicchia e piccoli laboratori di ricerca e alto artigianato unite per rendere omaggio a Benedetta Bruzziches. Un’esposizione diffusa con protagonisti gli accessori della giovane designer e i suoi maestri artigiani che hanno messo in scena le più raffinate tecniche del “fatto a mano”, raccontando, attraverso un coinvolgente percorso espositivo fatto per tappe, il suo excursus creativo. Dai pezzi iconici alle collezioni più recenti, fino ad arrivare alla SS 2016 (in vendita in alcuni dei negozi aderenti all’iniziativa), ogni borsa di Benedetta, realizzata rigorosamente in Italia, narra una storia unica che sprigiona quell’innata capacità di create un dialogo tra antichi saperi artigianali e innovazione.


2 commenti :

  1. Beh, mi sembrano delle vere e proprie opere d'arte. Adesso non mi resta che approfondire la conoscenza del brand....un bacio e buona serata,
    Eni

    Eniwhere Fashion
    Bloglovin of Eniwhere Fashion

    RispondiElimina
  2. borse stupende! *-* esperienza fantastica. specialmente se la persona è una che ammiri molto. immagino la tua agitazione. ^^

    BLOG MAKE UP//PAGINA FB //INSTAGRAM

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...