lunedì 13 giugno 2016

Laurea come vestirsi? 3 soluzioni antinoia

Io e i tailleur non siamo mai andati troppo d'accordo, neanche il giorno della mia laurea.
Ecco perché anche quel giorno ho scelto il tailleur sì, ma in lino color crema dal taglio molto particolare.

Su vostra richiesta ho deciso quindi di darvi i miei suggerimenti su come vestirsi per una laurea. Vi avverto però: io non amo le cose banali. Quindi questo articolo fa per voi se state cercando "come mi vesto alla laurea (evitando capi noiosi)".

Mi LAUREO: come mi vesto??

Anche se quel giorno l’attenzione sarà concentrata sulla vostra testa e il vostro eloquio, l’immagine che darete ha sempre il suo peso e avere un look professionale, sobrio, ma con un tocco di personalità, non guasta di certo! 


Pronte? Ok, ecco i look che ho selezionato per voi, lasciandomi ispirare dalle passerelle, insieme a tanti consigli utili, sia che viviate l’evento come protagoniste, sia che siate tra gli invitati. 

1. CLASSICO TAILLEUR RIVISITATO

da sin. Emporio Armani,  Les Copain, Costume National, Emporio Armani,
Classico tailleur? "Scontato!" -  penserete voi. E infatti avete ragione! L'’outfit professionale ed elegante per antonomasia, però, può rivelare non poche sorprese! 

Se siete tipe da gonna, il mio consiglio è quello di scegliere una longuette a vita alta da abbinare a una giacca avvitata, corta e dalla silhouette strutturata. E poi una blusa in seta o chiffon facendo assoluta attenzione alle trasparenze che per l’occasione sono bandite. 

Se invece preferite il pantalone, allora optate per un look dal sapore androgino: pantalone a sigaretta dal taglio maschile aderenti come quelli di Les Copain o colorati come quelli aragosta di Emporio Armani. 
E le giacche? Lunga come quella di Emporio Armani, a kimono come quella di Les Copain, smanicata come quella di Costume National.
Insomma, come vedete, ho scelto 4 proposte sobrie (magari evitiamo il top rosa che "sorride"), ma diverse. Spero vi possano servire d'ispirazione.

2. L'ABITO

Carolina Herrera PE 2016
Quest'anno ho trovato particolarmente bella la collezione primavera estate 2016 di Carolina Herrera.
I quattro abiti che ho scelto e che vi mostro mi sembrano tutti di un'eleganza e di una raffinatezza senza tempo. Tutto però, fuorché scontati.
Qualunque sarà la vostra scelta, basterà ricordarsi due semplici regole: l’abito deve essere lungo almeno fino al ginocchio e mai a fascia (quindi con spalle e schiena scoperta: mettereste il décolleté eccessivamente in risalto). 
Pensavate proprio a un abito a fascia?? Se proprio dovete, indossatelo con una camicia bianca infilata dentro.

3. LA JUMPSUIT (VOLGARMENTE DETTA TUTA) 


Ormai esistono tute anche per il giorno del matrimonio. Vuoi che non vadano bene per il giorno della tua laurea? Certo che sì! La Jumpsuit è il mix perfetto fra eleganza, femminilità e quel tocco di glam che non guasta mai. Sceglietela con un pantalone a palazzo che slancia e snellisce, con uno scollo a V (ma non troppo, in caso indossate un top largo a fascia sotto), con una cintura in vita (magari rigida) che spezza e dà proprio l'effetto di indossare un completo.

NON SONO IO A LAUREARMI, MA DEVO ANDARE A UNA LAUREA!

Se siete le invitate a una laurea e non sapete cosa indossare, sappiate che tutte le regole di cui sopra vanno benissimo anche per voi, solo che non dovrete stare così attente a lunghezze o scollature: i professori non guarderanno voi. 
La regola aurea per l’invitata rimane comunque sempre la stessa: non siete voi le protagoniste della giornata, quindi scegliete un look che vi faccia sentire belle, ma senza esagerare (sempre sobrietà) rischiando di rubare la scena alla laureanda. 

Se avete dubbi o perplessità, scrivete pure!

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...