mercoledì 7 dicembre 2016

L'HIV riguarda tutti (anche te). Aiutami a informare

Esattamente una settimana fa sono stata chiamata a ricoprire il ruolo di make-up artist onoraria per MAC.

Non che io sappia truccare, certo, ma forse mi riesce bene comunicare. Quello era l'intento della giornata del primo dicembre, giornata mondiale che celebrava la lotta contro L'AIDS.

1 dicembre al MAC Store di via del Babuino a Roma

Ero lì come blogger a provare i rossetti VIVA GLAM (il cui 100% del ricavato da anni viene interamente devoluto alle attività a sostegno delle persone colpite da HIV/AIDS in collaborazione con ANLAIDS) e a sensibilizzare sulla malattia. Grazie a questo appuntamento anche io mi sono fermata a riflettere su una malattia che è diventata silenziosa, quasi invisibile.

E pensare che decenni fa ne avevamo una paura folle e la disinformazione era talmente grande che avevamo paura anche solo dello sfioramento di una spalla.

La verità è che oggi l'AIDS non fa più paura ai ragazzi.

Per lo meno, questo è quello che emerge quando Silvia Negri e Patrizia Ferri, rappresentanti dell'Associazione Nazionale per la Lotta contro l’AIDS, AINLAIDS Onlus, mi raccontano quanto sia un dato di fatto che la maggior parte dei ragazzi e delle ragazze:
  • non usano il preservativo
  • non credono di poter contrarre malattie a trasmissione sessuale ("figurati se sono così sfortunato/a"
  • quando conoscono il virus, ne sottovalutano la gravità (si muore ancora di AIDS? Le cure sono state trovate, no?)
Eppure ogni anno in Italia ci sono 4000 nuovi casi di contrazione del virus, soprattutto la fascia tra i 25 e i 29 anni e la cosa peggiore è che quando le persone lo scoprono, lo scoprono quasi per caso e nel frattempo hanno già contagiato altre persone! 

Da brivido.

Questo per due motivi:
  1. non si fa il test periodicamente
  2. non si usano i preservativi (ancora)
È così, io lo capisco, lo facciamo quasi per autoproteggerci: ripeterci che tanto a noi non capiterà proprio a noi. Ma non funziona.

Fare un esame del sangue ogni anno (adesso vendono anche i test salivali in farmacia) e proteggerci da questa e altre malattie, non costa tanto, anzi.

Fate come me e condividete l'informazione. Comprate un panettone per sostenere il progetto scuole (la prevenzione nelle scuole può fare davvero la differenze, ma servono fondi!) e per chi vive a Roma il 18 Dicembre ANLAIDS LAZIO e il Centro Assistenza per Bambini Sordi e Sordociechi Onlus vi fanno un invito speciale per il consueto evento di Natale all’insegna della solidarietà.

Per l’occasione, quest'anno, è stato scelto il celebre musical “Evita”, che si terrà domenica 18 alle ore 21.00, presso il Teatro Sistina.

Malika Ayane nei panni di Evita Perón, in uno spettacolo firmato Massimo Romeo Piparo che presenta – per la prima volta in italiano – il musical scritto da Tim Rice e Andrew Lloyd Webber, da cui fu tratto il celebre film con Madonna.



Volete sapere cosa si può fare acquistando un rossetto (tra l'altro bellissimo) della collezione MAC VIVA GLAM? Lo abbiamo raccontato in diretta io e le ragazze che sono venute a trovarmi.


Conto su di voi.







4 commenti :

  1. Sapevo che MAC propone questa iniziativa ed infatti lo trovo un brand stupendo anche per questo! La prevenzione prima di tutto

    Carmelita
    http://www.styleoffmymind.com

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, bisogna informare e fare gli esami costantemente.

    RispondiElimina
  3. Adoro questa iniziativa, e la supporto sempre comprando i viva glam! :D
    Federica - Kiki Tales

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...