giovedì 28 aprile 2016

Wonder Woman by Valentino: una capsule collection per eroine moderne

Wonder Woman by Valentino: i direttori creativi della Maison hanno pensato alle donne dei nostri tempi: eroine moderne in bilico tra casa, lavoro e famiglia. Meritiamo di brillare, no?


I direttori creativi della Maison Valentino hanno chiamato la loro ultima capsul collection "Wonder Woman" ispirandosi proprio a lei: una delle prime protagoniste femminili dei fumetti creata nel 1941, peraltro nelle sale dei cinema di tutto il mondo nel 2017 con una pellicola diretta da  Patty Jenkins.

La collezione, ora in vendita sul sito di Valentino, era già stata presentata e messa in vendita a Settembre del 2015 in esclusiva su Goop, il sito fondato da Gwyneth Paltrow.

Goop: chiamarlo sito è sicuramente riduttivo: una piacevolissima scoperta e un ottimo "prodotto" realizzato da una donna dalla mille risorse che, senza dubbio alcuno, è molto più che un'attrice.

Nel 2008 Gwyneth Paltrow ha fondato Goop, un mix tra un magazine, un e-commerce e un diario personale dove cibo, moda e stili di vita si incontrano. Un intero universo dedicato alle donne.


La piattaforma era stata concepita originariamente come una newsletter settimanale, con l'intento di avere un luogo virtuale dove l’attrice potesse raccogliere e raccontare i suoi viaggi, le sue ricette di bellezza, le scoperte in giro per il mondo. Oggi è diventato un luogo in cui dare voce a tutti gli esperti che sono stati per lei dei mentori nei settori più svariati, un posto dove i lettori potessero trovare suggerimenti su shopping, cibo e tanto altro come se a consigliare fosse un amico fidato, senza mai raccomandare cose che lei stessa non abbi amato veramente (e questo traspare). Una risorsa indispensabile per tutte le donne che amano fare (do), andare (go), ottenere (get), essere (be) e vedere (see), proprio come recitano le sue rubriche.

E poi c'è un esclusivissimo "shop", dove acquistare abiti, accessori dei designer che sostiene e prodotti di bellezza rigorosamente green firmati Goop. Proprio in questa sezione sono stati messi in vendita in esclusiva una selezione di 10 capi (su 24) dell'ultima capsule collection firmata Valentino.



I direttori creativi della maison Valentino hanno pensato a Wonder Woman per rappresentare una figura poliedrica come la Paltrow insieme alle donne eroine dei nostri giorni: tutte noi, insomma, capaci di destreggiarci fra mille impegni quotidiani tra i più disparati.

Per rispecchiare l’animo forte e lo spirito guerriero tipici dell’amazzone Wonder Woman, la capsule di Valentino ha ripreso i suoi iconici simboli (la stella e l’aquila) applicandoli su abiti e accessori.

Anche le ambitissime Rockstud hanno subito il fascino di Wonder Woman: così le borchie vengono intervallate da piccole stelline ispirate all’eroina. 

Rockstud Valentino limited edition Wonder Woman inspired
Bags Valentino limited edition Wonder Woman inspired
Prepariamoci allora: le stelle potrebbero tornare a essere uno dei trend di quest'estate.
Pronte a brillare?



venerdì 22 aprile 2016

Scarpe primavera 2016: i 30 modelli più cool della stagione

Scarpe primavera 2016. Quella mezza stagione che ti mette in crisi: quando è troppo presto per scoprire i piedi e fa troppo caldo per continuare a indossare stivali e scarpe dai colori prettamente invernali. E allora che si fa. Si cerca e si condivide! Ecco tutte le scarpe più cool da indossare in primavera!

Ballerine 2016

Partiamo dalle ballerine e iniziamo in bellezza con sei proposte per la primavera 2016 (quasi) tutte costose: si parte dai 400€ euro ai 600€ escluse quelle di Cinti (99€).



Due chicche imperdibili per le più romantiche firmate Melissa (102€) e Sophia Webster (390€).


Infine ballerine low cost che potete trovare su Asos.com (non superate i 70€).



Décolleté

Passando alle decolletè, spazio dalle amatissime e costossime (ben 720€) decolletè firmate Valentino, al nuovo marchio del giovanissimo designer Giannico (625€), a marchi più abbordabili come Cinti (129€) e Prima donna.


Di nuovo Asos per le amanti del velocissimo e comodo shopping on line!

Sneakers

Passando alle sneakers, come vedete, non ho scelto la sobrietà, ma tutte le proposte più briose e poco banali che esistano oggi in commercio: dalle Superga (75€) alle costosissime Dolce & Gabbana (1450€).



Stivaletti

Si possono ancora indossare stivaletti bassi in questa stagione di mezzo, purché abbiano colori primaverili e non vadano oltre il polpaccio. Con Asos e Prima donna avrete l'imbarazzo della scelta senza spendere una fortuna per uno stivale che sfrutterete pochi mesi l'anno.



Espadrillas 

Le espadrillas, di moda già da qualche anno, non sono sempre bellissime, ma c'è chi riesce a renderle davvero interessanti. Dal modello intagliato di Tori Burch (195€), alle glitterate firmate Chiara Ferragni (225€), alle bellissime in pizzo di Valentino (390€).



Ancora proposte Asos: economiche, ma originalissime!


Ho risolto tutti i vostri problemi?? Scrivetemi pure se avete bisogno di info in più e di reperire qualche modello in particolare.


giovedì 21 aprile 2016

Sandali, ciabatte e calzini: le nuove proposte pelose firmate Puma by Rihanna

Si chiamano The Fur Slide by Fenty le ultime (ciabatte?) disegnate da Rihanna per Puma. Neanche lei, però, riuscirà a convincermi che diventeranno così cool da sembrarmi improvvisamente irresistibili quando meno me lo aspetto.


Qualcuno, giustamente direi, ha commentato sul mio profilo Facebook asserendo che si trattasse di un incauto scatto di backstage. Mi è dispiaciuto, invece, dover dire che c'erano altre foto, come queste subito sotto, a testimoniare la dura realtà e fugare ogni dubbio.


No, Rihanna non si stava rilassando tra uno scatto e l'altro. Stava proprio scattando lo shooting per promuovere la sua ultima fatica dietro a una scenografia bello da morire (che peccato).


Ma non è colpa sua, Rihanna cavalca un trend che prima di lei hanno lanciato Prada (Primavera/Estate 2014) e Chanel, che questa Primavera/Estate 2016 ci propone calzini e sandali lampeggianti che (forse) farebbero rabbrividire anche i poveri tedeschi, ormai da qualche anno diventati internazionalmente super cool.

Chanel Primavera Estate 2016
Da sin. Prada P/E 2014, N°21 P/E 2016, Versace P/E 2016
Tornando a Rihanna e alla sua nuova proposta firmata Puma (collabora da anni con il brand e le sue creepers sono spesso sold out), non escludo che in America andranno forte. Sia Rihanna che Madonna sono state spesso paparazzate con questo "look" ai piedi. Solo i giornali italiani, però, hanno sottolineato quello che poteva sembrare una disattenzione grave. 
In America, invece, questo look è già cool da un pezzo e i commenti entusiasti sul profilo Instagram di Rihanna lo testimoniano.

Sarà super mega ultra cool, ma non mi avrà mai.


martedì 19 aprile 2016

Aumentare la concentrazione: smettere di fare

Che bella la primavera! I giardini sono in fiore, le ore di luce aumentano e si inizia subito a fare il countdown alle vacanze estive! È così che mi piacerebbe trascorrere il mio tempo.

Ph Elisa Rinaldi - Dress Kate by L'Altra Moda
... passeggiare da sola, fermarmi in un posto bellissimo che nessuno, in quel momento, sembra avere avuto il tempo di esplorare. Nessuno smartphone con me, una buona tazza di caffè e tanto silenzio intorno.

Ph Elisa Rinaldi - Dress Kate by L'Altra Moda
Nel momento in cui mi sembra di non fare niente (e quasi cedo ai sensi di colpa), la mia mente è come ossigenata. Si riempie sempre di bellissimi pensieri, buoni propositi e idee che promettono di fare faville.

Torno sempre a casa carica per affrontare questa primavera che vuol dire anche invasione di pollini (e ahimè rientro fra gli allergici), tempo di scadenze, pressioni, aspettative e di super sprint lavorativo prima della tanto attesa pausa estiva.

E se concedermi lunghe passeggiate solitarie non è un lusso che posso concedermi troppo spesso, è in questo periodo dell'anno che inizio a escogitare nuovi metodi per ricordare le cose, essere sempre reattiva e non lasciarmi sedurre troppo dal sole e dal canto delle sirene.

Qualche giorno fa mi sono imbattuta nel video di Aboca che rispecchia davvero bene alcuni dei miei tentativi di non dimenticare nulla e avere sempre tutto sotto controllo: chi non si è mai ritrovata sommersa da post-it sparsi per tutta la casa, ha tentato invano di bere litri di caffè nella speranza che avesse l’effetto spinaci come per Popeye??


E se il loro #MetodoNaturaMix mi alletta non poco, intanto condivido con voi i miei 3 metodi personali per mantenere la concentrazione ed essere sempre attiva e dinamica anche in un periodo difficile come questo. Condivido con voi, perché so di non essere l’unica mamma, moglie, blogger e libera professionista che una ne fa e 1000 ne pensa! E come si fa a far tutto?

Metodo 1: #SVEGLIAPRESTO

Anche se la mattina, spesso, non chiederei altro se non di poter continuare ad abbracciare il mio cuscino per un altro po', ho deciso di anticipare la sveglia. Non lo faccio radicalmente, ma nel corso di un paio di settimane ogni giorno imposto la sveglia qualche minuto prima, riuscendo così a recuperare un’ora della mia giornata senza dover subire il trauma da risveglio.
Perché lo faccio? Svegliarmi presto mi aiuta a sfruttare a pieno la giornata, ho più tempo per pianificare tutti i miei impegni, fare una lista degli appuntamenti e delle cose da fare ed essere più organizzata prima che il nanetto si svegli e il mio cervello sia completamente dedicato a lui (anche perché se provo a distrarmi, ci pensa lui ad attirare subito di nuovo la mia attenzione!). Inoltre la mattina il nostro cervello è al massimo della sua efficienza e sento che la giornata è lunga e posso fare di tutto!

Metodo 2: #ToDOLIST

In realtà quello di creare ogni giorno una to do list è un abitudine che non mi abbandona da tanto tempo ormai. In primavera, però, le mie liste diventano un po' più lunghe!
Insieme alla rassegna stampa, la mia to do list è la prima cosa che faccio al mattino, di solito ritagliandomi un po' di tempo durante la colazione: non ci inserisco solo gli appuntamenti e gli impegni di lavoro, ma anche tutti gli spunti, le idee, le intuizioni che ho e su cui intendo ragionare con calma.
Perché una lista? Fare una lista di cose mi aiuta a focalizzare tutto e rendermi realmente conto di quello che mi aspetta. Di solito ne creo una cartacea, per imprimerla nella mente e poi la riporto sul mio Google Calendar, per poter avere un promemoria sempre a portata di mano.


Metodo 3: #StaccarePERricaricare

Che sia una telefonata, una passeggiata, una serie tv da guardare abbracciati, una corsetta al parco, ma anche soltanto essere completamente mamma dimenticandomi di lavori e progetti, che poi mi ricorda tanto quanto sia importante fare una cosa per volta (perché a fare tutto contemporaneamente si fa tutto male)... Ecco, tutto questo mi aiuta a ricordare che la vita non è fatta solo per tentare la scalata al successo, ma è fatta di tanti piccoli momenti che sono altro, ma che ti consentono di tornare al lavoro carichi e sereni.

Ph Elisa Rinaldi - Dress Kate by L'Altra Moda - Asos Shoes

E voi come riuscite a fare tutto? Quali sono i vostri metodi personali per mantenere la concentrazione e la memoria? Davvero curiosa di ascoltare i vostri piccoli e grandi segreti :)


lunedì 18 aprile 2016

Mostra Barbie Roma 2016: ecco dove, quando e perché!

Mostra Barbie Roma 2016: dopo Milano, arriva nella Capitale. Ecco tutto quello che c'è da sapere!


Non so quanto Barbie continui a essere osannata dalle più piccole, ma so per certo che per tutte le  "vezzose" generazioni passate, Barbie ha sempre rappresentato il giocattolo per eccellenza.

Una bella bambola a cui dare parole, pensieri, metterle a fianco un marito, sei figli, una sorella sfortunata (chi si ricorda di Shelly e Krissy? E Skipper?) e, naturalmente, abiti e accessori come se non ci fosse un domani.


Come poteva non diventare la beniamina di tutte le bambine? Il nostro alter ego perfetto e felice. Da bambine si può: si può sognare e pensare che tutto possa essere proprio come noi desideriamo. L'importante è che poi ci sia qualcuno che ci spieghi che nulla è perfetto e che il bello sta proprio in questo.

Ecco perché Barbie merita senz'altro una mostra: “Barbie. The Icon” è la mostra itinerante a lei dedicata, che le rende omaggio sin dal 1959 e continua a rinnovarsi fino ad arrivare a Roma, oggi. 

Quando
La mostra è visitabile dal 15 aprile 2016 fino al 30 ottobre 2016. Dal lunedì al giovedì dalle ore 9.30 alle ore 19.30,  il venerdì e il sabato fino alle ore 22.00 e la domenica fino alle ore 20.30.

Dove
Si terrà al Complesso del Vittoriano di Roma, in via di San Pietro in CarcereIl biglietto intero costa 12 euro.

Perché
La mostra è studiata per offrire a piccoli e grandi visitatori diversi livelli di lettura: dalle informazioni di approfondimento storico e culturale, alle postazioni pensate per i bambini che, attraverso una serie di attività, potranno conoscere meglio quella che non tutti sanno chiamarsi Barbara Millicent Robert.

Cinque le sezioni in mostra: le prime tre dedicate al suo rapporto con la moda, alla sua famiglia e ai lavori che ha svolto. La sezione “Dolls of the world” espone le bambole di tutto il mondo, ognuna con l’abito caratteristico del proprio luogo di provenienza. Infine, la sezione “Regina, Diva e Celebrities” mostra Barbie interprete di tutte le regine del mondo della musica, del cinema e dell’arte.

Che dite, possiamo perderla?


martedì 12 aprile 2016

Come vestirsi bene: 5 regole per non sbagliare

Come vestirsi bene: se stavate cercando risposta a questa domanda, qui troverete 5 regole per non sbagliare mai, senza dover andare per forza a comprare qualcosa di nuovo. A volte, quello che serve si trova già nel nostro armadio. Scoprite perché.

Sarà la sveglia che anche stavolta non ha suonato, o quel film ieri sera a cui proprio non potevamo rinunciare, ma finisce che al mattino andiamo sempre di corsa ma, anche se ogni semaforo rosso è l’occasione perfetta per sistemare il rossetto, scegliere l’outfit adatto alla giornata e vestirsi bene, non è mai troppo semplice: nel nostro armadio tutto ci sembra banale o già visto.

Capita anche a voi vero?

I minuti scorrono veloci mentre, ipnotizzate, fissiamo l’armadio che oggi proprio non vuole parlarci. Nessuna idea. Finisce allora che infiliamo la prima cosa che capita (o quella che amiamo di più e ci sembra ben collaudata), incalzate dalle lancette e dalla disperazione! 

In realtà ci sono poche ma preziose regole da tenere a mente per creare sempre l’outfit perfetto, quello che, non solo sarà funzionale e comodo, ma che ci farà sentire anche belle e a nostro agio.

Come vestirsi bene: ecco le cinque regole d'oro!

1. CONFORT ZONE: SENTITI COMODA

“Il vestito deve seguire il corpo di una donna, e non viceversa”.  Hubert de Givenchy

È bellissima e super trendy, ma se quella gonna è troppo corta per voi, passerete la giornata a tirarla goffamente giù. Se i tacchi sono esagerati per la vostra routine frenetica, finirete per camminare in maniera buffa e poco femminile. 
Dunque ricordate sempre che qualunque sia il vostro outfit è fondamentale che questo vi faccia sentire a vostro agio e sicure di voi in ogni situazione.


2. LE PROPORZIONI: TENETE CONTO DI FORME, VOLUMI E LUNGHEZZE

“La moda è architettura: è tutto questione di proporzioni”. Coco Chanel

Quando scegliete un capo tenete conto del vostro fisico a prescindere da quanto sia favoloso indosso alla modella. Prestate attenzione anche ai volumi e alle lunghezze dei capi. Per esempio: se optate per un pantalone palazzo abbinatelo ad una blusa avvitata, se scegliete una gonna mini, evitate che il top sia troppo scollato.
Se siete minute cercate di slanciare la vostra figura, se invece siete curvy optate per un look che metta in risalto le forme, ma senza rendervi volgari.

3. I DETTAGLI: FANNO LA DIFFERENZA

“La moda è la maniera di dire chi sei senza dover parlare”.  Rachel Zoe

Il mondo si divide in due categorie: c’è chi semplicemente si veste e chi invece sceglie di raccontarsi attraverso la moda. A fare la differenza, molto spesso, sono proprio i dettagli: una clutch gioiello che cattura l’attenzione, un rossetto brillante che vi illumina, gli occhiali da sole over che fanno subito diva, il maxi anello di un'artista che vi rende subito sofisticata!
Non sottovalutateli mai: non c’è outfit che tenga senza un dettaglio studiato, personalizzato e che  parli di voi!

4. IL PORTAMENTO: SPALLE INDIETRO E...


Non è solo un modo di camminare o stare seduti, è qualcosa di più, un bel portamento è un linguaggio diverso attraverso cui esprimere fascino, eleganza e sicurezza.
Allora spalle indietro e testa alta, ma anche gesti controllati e movenze aggraziate, perché l’abito non basta a farci apprezzare o ricordare, serve di più.

5. STILE SI', MODA NI


“La moda non deve mai decidere chi sei. È lo stile a decidere chi sei. E a perpetuarlo”. Quentin Crisp

Seguire le mode è ok, essere trendy, sul pezzo e aggiornatissime va bene, ma ricordate: non siete manichini! Come sempre la scelta giusta sta nel mezzo, imparate ad adattare le mode al vostro stile personale mixando gli ultimi trend con i vostri capi del cuore, abbinando pezzi d’alta moda – perché no- alle vostre sneakers preferite. Sviluppate il vostro stile, fate ricerca, fidatevi di voi. Lo stile è personalità ed è riconoscibile. Siate riconoscibili tra la folla senza essere la "massa".




martedì 5 aprile 2016

Franca Sozzani e Donatella Versace contro l'AIDS per Convivio: se la campagna fa discutere vi racconto che...

Franca Sozzani e Donatella Versace prestano il loro volto contro l'AIDS per la nuova campagna Convivio Milano con un claim volutamente (troppo?) provocatorio. Bando alle polemiche, vi racconto di cosa si tratta.

Il claim della campagna è stato leggermente modificato dopo serratissime polemiche

Convivio Milano dall'8 al 12 giugno sarà presente alla Fieramilanocity Pad 0 Gate 3.
Se prima non tutti conoscevano questa organizzazione no profit (il loro account Facebook conta "solo"  5147 seguaci), adesso, sicuramente, sarà sulla bocca di tutti. O almeno si spera possa essere così.

Sì, perché a prestare il volto alla nuova campagna pubblicitaria (altamente e volutamente provocatoria) sono state niente meno che la stilista Donatella Versace e il direttore di Vogue Italia, Franca Sozzani.

                    Aggiornamento: Donatella Versace ha fatto ritirare la sua immagine perché utilizzata senza aver approvato.

Il claim, già molto criticato, recita “L’aids è di moda”. Dietro, un messaggio chiaro: "meglio fashion victim che AIDS victim", così come spiegano meglio sulla loro pagina Facebook. Spiegano anche che ogni anno, ci sono 4000 nuovi casi di cui nessuno parla, ecco perché si può parlare di una malattia "di moda".



Sui social le polemiche non sono tardate ad arrivare: il claim è troppo forte e si presta a una cattiva interpretazione, quasi come se volessero dire che sia di moda contrarre la malattia. 

Io direi che la provocazione è talmente lapalissiana ed estrema che non c'è molto da da criticare. Certo, avrebbero potuto dire che è di moda parlare di AIDS, una delle malattie più “ignorate” dell’ultimo millennio, ma non mi sembra troppo importante stare a puntualizzare ergendoci a esperti di marketing. Quello che è importante è che io, così come tantissimi altri editor, per raccontare la "vicenda", oggi parli di Convivio e vi spieghi cos'è.

Convivio Milano è un'organizzazione no profit che organizza ogni due anni una grande manifestazione benefica. Riunisce le firme più importanti in Fiera a Milano in una mostra-mercato benefica di moda, arredamento e design il cui ricavato viene interamente devoluto all'ANLAIDS Sezione Lombarda, l'Associazione Nazionale per la lotta contro l'AIDS che si occupa di mantenere vive le numerose iniziative nell’ambito della ricerca, dell’informazione/formazione, della prevenzione e dell’assistenza, sia in Italia che in alcuni paesi in via di sviluppo.

Nata nel 1992 da un’idea di Gianni Versace, che ha coinvolto sin da subito promotori come Giorgio Armani, Gianfranco Ferrè e Valentino, oggi richiama migliaia di persone, che possono acquistare prodotti esclusivi a prezzi scontati del 50%. Due le aree speciali: quella VINTAGE, dedicata ai capi posseduti da star o donati dagli archivi storici degli stilisti e una dedicata all’arte “FINE ART CHEAP ART”, asta che coinvolge artisti, collezionisti, critici d’arte, fondazioni e galleristi che sostengono Convivio donando una loro opera.

Durante i giorni di fiera, Convivo ripropone anche il progetto “Easy Test”: allestito, all’interno del percorso della Mostra Mercato, un ambulatorio dove sarà offerto il test ai visitatori, gratuito e riservato. 

Per la XIII edizione si cercano ancora volontari. Per info chiamate lo 02-33608680 o scrivete a volontari@conviviomilano.it.

Ecco cosa scrive una ex volontaria sulla pagina Facebook di Convivio:

Faccio la cassiera a Convivio dal 1994 e non ci rinuncerei per niente al mondo. Convivio è un filo rosso della mia vita che da oltre vent'anni mi fa vivere una settimana speciale in mezzo a persone veramente straordinarie. Se vi volete bene, fatevi un regalo: diventate volontari di Convivio e scoprirete quanto è facile fare qualcosa di buono anche se solo per cinque giorni ogni due anni. Ahimè, quest'anno non ci sarò, ma per una causa ancora più buona, la mia seconda bimba dovrebbe nascere proprio a metà giugno ma aspetto il 2018 con grande entusiasmo!

Non ci resta che aderire o comprare, ne vale proprio la pena, che ne dite??







lunedì 4 aprile 2016

Come vestirsi per una cerimonia: 15 abiti per la Primavera Estate 2016

Come vestirsi per una cerimonia? Matrimonio o battesimo, le regole cambiano leggermente e tutto dipende dal luogo in cui i protagonisti scelgono di festeggiare il post cerimonia. Vediamo insieme quasi sono gli abiti più adatti!

Mentre al matrimonio, specie se di sera, si può davvero lasciare grande spazio alla fantasia e indossare finalmente un vestito "importante", le invitate a un battesimo possono rilassarsi molto di più.

Quali sono le differenze?

Basti pensare alla scelta della location per festeggiare il post cerimonia. Per un matrimonio la scelta spesso ricade su ville, castelli o ristoranti bellissimi, per un battesimo, invece, non è escluso che le mamme scelgano il proprio appartamento (se gli invitati sono di un numero contenuto), uno spazio comodo per i bambini o un piccolo ristorante. 

Per il battesimo, ho riscontrato comunque grandi differenze tra il nord e il sud. Inutile negare che al sud tendono a considerarla una cerimonia importante quasi al pari di un matrimonio e allora, per chi ha un invito e si accorge che la location è "notevole" così come il numero di invitati, valgono quasi le regole dell'abito da cerimonia classico.

Insomma, per capire se essere molto eleganti o casual, basta conoscere il luogo dove si festeggerà.

Ecco allora una selezione di 15 abiti che possono essere adatti, spesso, a entrambe le occasioni. Li trovate tutti on line adesso su Asos.

I tubini

Poche cose sono eleganti come un tubino, se riusciamo poi ad evitare il classico nero e optiamo per piccoli dettagli come rouge o fantasie, l'effetto wow è assicurato. Senza eccedere. Adatti soprattutto alle over 30.

Da sin. Abiti cerimonia blu 63,99, bianco 49,99€, azzurro 91,99 tutti ASOS

Gli abiti da bambolina

Pizzo, tulle, trasparenze e colori pastello, questi tre abiti (adatti a ragazze più giovani) sono super romantici e sufficientemente eleganti per fare una bellissima figura!

Da sin. Abiti cerimonia Chi Chi London 94,99€, Forever Unique 352,99€, Needle and Thread - 246,99€ su Asos

Gli abiti in fiore

I fiori sono un trend quasi intramontabile. Non sempre, però, rendono un abito elegante: spesso dipende dal tipo di tessuto utilizzato, dalla grandezza del fiore e dai colori scelti. Questi tre abiti, con tre tagli molto diversi sono perfetti. Ce n'è per tutti i gusti e tutte le età!

Da sin. Abiti cerimonia Asos Salon 119,99€, Asos 98,99€, Asos Salon 119,99€

Gli abiti sotto il ginocchio

Con questa lunghezza non sbaglierete mai! Per giovani e meno giovani, queste tre proposte riescono a essere sobrie, ma nello stesso tempo particolari.

Da sin. Abiti cerimonia Asos Pinny 105,99€ Sportmax Code 270,99, Asos arancio 63,99€

L'abito 3 in 1

Ho comprato un abito simile a Miami. Ha due lunghe fasce che possono essere indossate in tantissimi modi diversi così da rendere l'abito elegante o più sensuale. Io ho preso una fantasie a righe che non mi consente di renderlo elegantissimo, ma una fantasia a tinta unita come questa vi permetterà di sfruttarlo sicuramente di più. Adattissimo a una cerimonia sulla spiaggia o comunque dallo stile shabby.

Abito cerimonia Fame and Partners Ainsley - 197,99€ su Asos
Come sempre, scrivetemi se avete ancora dubbi e perplessità e... buona cerimonia!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...