venerdì 23 dicembre 2016

Outfit Capodanno 2017 low cost: cosa comprare, dove e perché

Ogni anno è la stessa storia, anche per chi decide di rimanere a casa (come me) e festeggiare con amici e parenti insieme (da buona calabrese) senza strafare: "cosa mi metto a capodanno?"

Non vi preoccupate, ci sono qua io: ecco cosa comprare, dove e perché, senza spendere un patrimonio, comodamente da casa!

Capodanno a cena a casa

A casa potete permettervi di essere eleganti e basta. Siete fra di voi e non avete intenzioni di scatenarvi in pista. Se amate distinguervi per raffinatezza il mio consiglio è: un abito in tulle di fiori (69,95) o una tuta lunga plissé blu marino con scollo a V e maniche larghe. Vita elasticizzata e gamba larga. La cintura dorata rigida è inclusa (59,95). Li trovate da Zara (e vi arriva a casa in pochi giorni).

Outfit Capodanno 2017 da Zara
Outfit Capodanno 2017 da Zara
Se volete osare con il corto: una camicia in raso rosso con volant (17,95) abbinata a una gonna corta o un abito mini in velluto con scollo a fascia (59,95). Il velluto è tornato di gran moda, per capodanno  è perfetto!


Outfit Capodanno 2017 da Zara
Outfit Capodanno 2017 da Zara
Capodanno a cena fuori

Se siete a cena in un locale, molto probabilmente verrete coinvolti in giochi e danze. Allora, osate pure con una tuta lunga scollo asimmetrico con volant (49,95) o (per le più comode) con un top semplice e un paio di pantaloni tempestati di paillettes firmati H&M.


Outfit Capodanno 2017
Outfit Capodanno 2017 da Zara ed H&M
Di nuovo, se amate il corto, deliziosi questi due abiti con lo stesso dettaglio sulla schiena: rosso con con volant sugli orli (39,95) e  blu notte corto satinato con mezzo collo, maniche con volant sull'orlo e schiena a V (39,95).


Outfit Capodanno 2017
Outfit Capodanno 2017 da Zara
Ancora due corti: un vestito con volant rosso (39,95) e un altro abito in velluto nero con spalle cut out (49,95).
Outfit Capodanno 2017 LOW COST
Outfit Capodanno 2017 da Zara
Infine una gonna plissé argento (grande trend di stagione) e un top volant in velluto rosa (19,95). Se amate il lungo scegliete la semplice eleganze di questo abito lungo in velluto nero con schiena scoperta firmato H&M (49,99).
Outfit Capodanno 2017 da Zara
Outfit Capodanno 2017 da Zara ed H&M
Capodanno in discoteca

Quattro proposte per la vostra serata danzante: un abito paillettes oro e viola H&M (59,99) o uno total black in satin con spalle scoperte e volant sul davanti (59,95) firmato Zara.


Outfit Capodanno 2017 H&M
 Outfit Capodanno 2017 da H&M e Zara
I miei due preferiti (amo le asimmetrie): un abito effetto pelle asimmetrico con spalla a buffo (39,95) e un top asimmetrico color argento (39,95) da abbinare o meno con il pantalone dello stesso tessuto/ Tutto firmato Zara (senza spendere più di 50€)!
Outfit Capodanno 2017 da Zara
Outfit Capodanno 2017 da Zara
Sono riuscita a farvi innamorare di almeno uno di questi look?
Non mi resta che augurarvi... buon anno nuovo!!!



mercoledì 21 dicembre 2016

Osa Younique: osano come l'alta gioielleria ma sono d'avanguardia e prêt à-porter

Una scoperta preziosa: sono gioielli, ma sono disegni sulle mani, fiori tra le dita, ali che (in)seguono la forma delle orecchie pronte a spiccare il volo e dire chi siamo.

Che siamo libere, preziose, vezzose, uniche.

Orecchini Earcuff "Fiamme" + Palm bracelet Osa Younique  
Completo Compagnia Italiana
Il design non convenzionale dei gioielli Osa Younique mi ha talmente incantata che non ho potuto fare a meno di dedicargli un articolo e degli scatti speciali.

Sono stata io a trovare loro, dichiarargli il mio amore incondizionato e decidere di parlarvene.

Ho conosciuto Simona Zappi e Simona Brugnetti, le due designer appassionate che hanno dato vita al brand Osa Younique, e non vi dico quanto sia stato bello poter assistere alla presentazione dell'intera collezione, provare i loro gioielli e sorprendermi. Di due cose:

1) del fatto che non avrei saputo cosa scegliere e a cosa rinunciare,
2) del fatto che pensavo che fossero proibitivi per quanto siano belli, brillanti e ben rifiniti (ogni singola pietra è incastonata a mano) e scoprire, invece, il contrario.

Anello strutturato con ramage di fiori Osa Younique - Pochette Kate by L'altra Moda
Il progetto avanguardista “OSA Younique” (il nome stesso invita TE ad essere unico osando) nasce dall’incontro delle due Simona. Pensato per tutte le donne, emancipate e indipendenti, che sono stanche di vedere indosso ad altre migliaia di donne lo stesso gioiello e per tutte coloro che desiderano essere seguite dalla moda e non viceversa.

Effettivamente è proprio quello che è successo a me quando ho indossato i loro gioielli: "dove lo hai preso?" è stata la domanda che mi hanno fatto in tantissime. 
È in quei momenti che non ti senti più vittima della moda, che ti senti trendsetter e senti di poter esprimere la tua personalità distinguendoti dalla massa. 



Anello ramage di metallo e pavé di zirconi da indossare su indice e pollice
Nessun anello classico, ma uno che impegna due, tre, quattro dita insieme o tutta la lunghezza del dito senza farle sentire costrette (ed è proprio questa la cosa inaspettata), così come il bracciale che viene ripensato per decorare l'intero palmo della mano e non per il polso che troppo spesso viene coperto dalla maniche lunghe.

Bracciale da mano Handcuff Osa Younique
Sobri e delicati, se pur elaborati. Mai troppo eccentrici, per non sovrastare la personalità di chi lo indossa, ma per poter fare la differenza valorizzandola anche con un abito minimal.

Gioielli originali di alta qualità, cosi nelle tecniche di realizzazione (gli anelli nascondono sorprese anche dove nessuno andrebbe a guardare), come nei materiali di cui sono fatti (come il rodio e gli zirconi neri) e nel design mai banale.

Ispirati all'alta gioielleria di nicchia che ancora può osare, ma che è proibitiva per la maggior parte delle persone. E invece i loro gioielli hanno un prezzo accessibile pur essendo bellissimi e preziosi, con un prezzo medio di 75€.

Dove è possibile acquistarli?
Lazio, Marche, Lombardia, Toscana e Sicilia (qui tutte le città e i negozi specifici). Per le regioni mancanti c'è il loro e-shop.


Anello aperto per due dita ramage Osa Younique - Location Margutta Restaurant
Orecchini Earcuff asimmetrici con zirconi taglio marquise - Abito Compagnia Italiana 

Vale la pena farsi un regalo cosí, che dite?

Si ringrazia (tantissimo):

Diletta Orlandi per la fotografia
La Maison della Bellezza Hair & Beauty per trucco e parrucco
Compagnia Italiana per gli abiti
Margutta Restaurant per gli ultimi scatti
Osa Younique per avere, per prime, il coraggio di osare.




martedì 13 dicembre 2016

HSE24: una nuova avventura in televisione per me

Se qualcuno mi avesse detto che nella vita sarei stata in diretta televisiva in un canale di home shopping, con un auricolare nelle orecchie e due monitor da tenere d'occhio, non ci avrei mai creduto.

E invece ci sono da qualche mese. Ho iniziato silenziosa, senza dirvi nulla. Dovevo prendere le misure, dovevo vivere quest'esperienza per un po', per essere in grado di raccontarvela nel migliore dei modi.

Mi sono osservata e ho osservato l'azienda per cui lavoro.

Per un attimo mi è sembrato di essere tornata una dipendente (e sarà stato per via delle conferenze Skype in inglese con la Germania che ho dovuto fare per apprendere le modalità lavorative dei colleghi tedeschi e di chi, nel loro paese, presentava lo stesso brand che presentavo io). Poi, però, ho riconosciuto il mio ruolo, stupendomi ogni giorno di essere stata scelta.

Proprio io.

Il giorno della diretta da HSE24 mi assegnano un camerino. Arrivo molto presto, faccio una breve riunione con regista, stylist e presentatore. Poi passo al trucco e parrucco. Poi dalla stylist che mi consegna l'abito e gli accessori che ha pensato per me. Seguono 45 minuti in camerino prima dell'inizio dello show che posso utilizzare come meglio credo.

Nel mio camerino c'è anche un lettino. Sembra quello dello psicologo, ma è pensato evidentemente per rilassarsi.

Io, invece, sono la solita secchiona insicura e leggo e rileggo fino all'ultimo secondo la composizione degli abiti, la loro provenienza, le loro caratteristiche. Penso e ripenso ai diversi abbinamenti che potrei proporre per mettermi a servizio di chi guarda da casa e magari ha bisogno di essere guidata.

In televisione, ad HSE24, sono un expert di moda. Affianco il presentatore, raccontando a lui e a chi ci guarda il brand di abbigliamento per il quale sono testimonial.

Sono sempre in diretta. Non posso bloccarmi, devo sempre avere qualcosa da dire e deve essere anche pertinente. Ergo: devo essere davvero esperta.



E poi mentre parlo, chiamano da casa, e ti ringraziano per quello che fai.

La prima volta, quando dentro di me pensavo di non essere abbastanza all'altezza del ruolo, mi sono emozionata nel sentire le parole di una spettatrice dire che ci ringraziava. Per la compagnia, i sorrisi, la trasparenza e la professionalità con cui portavamo avanti il canale in quell'ora.

Quando scrivi non riesci quasi mai ad avere un feedback in diretta (anche se ora sta cambiando tutto con le dirette live di periscope prima e Facebook dopo). In televisione, invece, la telefonata ti riporta immediatamente alla realtà e ti fa pensare concretamente che c'è davvero chi ti ascolta, anche se è silenzioso.

Quella telefonata ti fa uscire fuori dallo studio televisivo dove tutto è perfetto, ti fa entrare per un attimo a casa di quella signora, ti fa immaginare il suo divano, il suo sorriso mentre ti guarda e intanto prepara da mangiare e poi ti fa tornare in studio con una consapevolezza diversa.

Ti fa pensare che anche se parli di moda, come d'altronde ho sempre fortemente sostenuto, stai facendo tanto altro. Sostieni qualcun altro, in tantissimi modi diversi.

Ecco, credo di avervi raccontato senza filtri quello che sto vivendo.

Non so dove mi porterà quest'esperienza, ma so che la benedico perché sto imparando tantissime cose e un nuovo linguaggio: quello televisivo.

Adesso, se siete curiosi, il prossimo appuntamento è domani 14 Dicembre. Canale 37 del digitale terrestre e 870 TivùSat e Sky e in diretta live sul mio profilo personale Facebook (un po' di backstage).

Domani presenterò ancora una volta il brand Dujolie, di ispirazione francese, pensato (finalmente!) per tutte quelle donne che amano sentirsi sempre eleganti, ma che non hanno tempo e voglia di stare troppo attente a non rovinare il capo "prezioso". Il jersey, tanto caro a Coco Chanel, non è stato scelto a caso da questo brand. Sapete quante proprietà ha? Una fra tutte: non si sgualcisce MAI e quindi possiamo buttare il ferro da stiro (per la mia gioia). Eleganza e libertà di movimento.
Il resto, scopritelo domani!

Aspetto i vostri feedback, ci tengo.



sabato 10 dicembre 2016

Mostra Alice Roma: un'amara delusione

L'esperienza della mostra di Alice a Roma non è degna (a parer mio) di ricevere troppi complimenti.
Le sognatrici e le appassionate di Alice dai 18 anni in su sogneranno ben poco, perché non troveranno niente di entusiasmante, niente di più bello rispetto a tutto quello che sinora è già stato visto e prodotto.

mostra alice roma
Ingresso mostra Alice Roma
Sarà che ho apprezzato dal vivo le ambientazioni del Paese delle meraviglie riprodotte a Disneyland Paris e ho amato la versione romantica e ben disegnata di Walt Disney (1951) e quella del ritorno di Alice in Wonderland ad opera di Tim Burton (2010), che questa non saprei proprio dove collocarla.

Le illustrazioni "vintage" stridono a dir poco con la promessa di interattività. Nostalgia? Ma di cosa?

In fila in biglietteria partiamo subito con il piede sbagliato: una signora stava chiedendo il rimborso dei 48 euro spesi per lei e la sua famiglia: si era sentita presa in giro. Nulla di interattivo e immersivo come promesso: solo schermi giganti (così sosteneva).

La signora in fila dopo di me con 5 biglietti appena presi, ha cercato di vendermene uno: spaventata si era pentita di averli acquistati. Dopo averli venderli tutti se ne va, io pago comunque e prego che la signora numero 1 fosse stata di grande pretese.

mostra alice roma
Spiazzo che precede lo spazio dove si tiene lo show
Entro in un atrio e leggo la storia del romanzo, esco e mi ritrovo in uno spiazzo: un piccolo labirinto disegnato, una campana per far giocare i bimbi, un po' di carte cartonate.

Proseguo ed entro in uno spazio buio che precede l'ingresso dello show. Nell'attesa (mancavano 20 minuti) un punto vendita e qualche proiezione dei personaggi.



I personaggi illustrati? Descritti come "vintage". La verità è che dopo Walt Disney e il livello di animazione raggiunto oggi, riproporre le illustrazioni semi-originali non mi è sembrata un'idea apprezzata (la mostra recita: "illustrazioni dallo stile retrò sulla base delle illustrazioni originali di Sir John Tenniel").

La promessa è quella di un percorso interattivo e immersivo, la verità è che il percorso per arrivare allo show è miserello e lo show in sé altro non è che una proiezione a tutto tondo. Immersivo si, interattivo direi di no.

Solo l'ingresso per raggiungere gli schermi (che riproduce il buco dove Alice cade inseguendo il bianconiglio) è di grande effetto. Ma non fai in tempo a guardarlo che le persone ti camminano di sopra.

Per il resto viene riprodotto l'intero libro, ma le illustrazioni sono grezze, quasi abbozzate. Il racconto fedele all'originale (in centro le pagine del libro scorrono e ho l'impressione che a leggere l'intero libro non finiremo mai più). 



Conoscere la storia a memoria non mi aiuta a tenere desta l'attenzione. Ho voglia di andarmene, non posso nasconderlo.

Anche le fan più sfegatate con tanto di cerchietto e maxi fiocco guardano annoiate il cellulare.

A fine show una piccola consolazione per i più piccoli (sconsolati): un'area giochi dove saltare a più non posso (ma i genitori devono sorvegliare).

E l'interattività? Due schermi che puoi toccare e si illuminano. Per finire ancora Candy shop e ancora shop.


La cosa più bella? Il sito internet della mostra. Peccato inganni un po'.

mercoledì 7 dicembre 2016

L'HIV riguarda tutti (anche te). Aiutami a informare

Esattamente una settimana fa sono stata chiamata a ricoprire il ruolo di make-up artist onoraria per MAC.

Non che io sappia truccare, certo, ma forse mi riesce bene comunicare. Quello era l'intento della giornata del primo dicembre, giornata mondiale che celebrava la lotta contro L'AIDS.

1 dicembre al MAC Store di via del Babuino a Roma

Ero lì come blogger a provare i rossetti VIVA GLAM (il cui 100% del ricavato da anni viene interamente devoluto alle attività a sostegno delle persone colpite da HIV/AIDS in collaborazione con ANLAIDS) e a sensibilizzare sulla malattia. Grazie a questo appuntamento anche io mi sono fermata a riflettere su una malattia che è diventata silenziosa, quasi invisibile.

E pensare che decenni fa ne avevamo una paura folle e la disinformazione era talmente grande che avevamo paura anche solo dello sfioramento di una spalla.

La verità è che oggi l'AIDS non fa più paura ai ragazzi.

Per lo meno, questo è quello che emerge quando Silvia Negri e Patrizia Ferri, rappresentanti dell'Associazione Nazionale per la Lotta contro l’AIDS, AINLAIDS Onlus, mi raccontano quanto sia un dato di fatto che la maggior parte dei ragazzi e delle ragazze:
  • non usano il preservativo
  • non credono di poter contrarre malattie a trasmissione sessuale ("figurati se sono così sfortunato/a"
  • quando conoscono il virus, ne sottovalutano la gravità (si muore ancora di AIDS? Le cure sono state trovate, no?)
Eppure ogni anno in Italia ci sono 4000 nuovi casi di contrazione del virus, soprattutto la fascia tra i 25 e i 29 anni e la cosa peggiore è che quando le persone lo scoprono, lo scoprono quasi per caso e nel frattempo hanno già contagiato altre persone! 

Da brivido.

Questo per due motivi:
  1. non si fa il test periodicamente
  2. non si usano i preservativi (ancora)
È così, io lo capisco, lo facciamo quasi per autoproteggerci: ripeterci che tanto a noi non capiterà proprio a noi. Ma non funziona.

Fare un esame del sangue ogni anno (adesso vendono anche i test salivali in farmacia) e proteggerci da questa e altre malattie, non costa tanto, anzi.

Fate come me e condividete l'informazione. Comprate un panettone per sostenere il progetto scuole (la prevenzione nelle scuole può fare davvero la differenze, ma servono fondi!) e per chi vive a Roma il 18 Dicembre ANLAIDS LAZIO e il Centro Assistenza per Bambini Sordi e Sordociechi Onlus vi fanno un invito speciale per il consueto evento di Natale all’insegna della solidarietà.

Per l’occasione, quest'anno, è stato scelto il celebre musical “Evita”, che si terrà domenica 18 alle ore 21.00, presso il Teatro Sistina.

Malika Ayane nei panni di Evita Perón, in uno spettacolo firmato Massimo Romeo Piparo che presenta – per la prima volta in italiano – il musical scritto da Tim Rice e Andrew Lloyd Webber, da cui fu tratto il celebre film con Madonna.



Volete sapere cosa si può fare acquistando un rossetto (tra l'altro bellissimo) della collezione MAC VIVA GLAM? Lo abbiamo raccontato in diretta io e le ragazze che sono venute a trovarmi.


Conto su di voi.







martedì 6 dicembre 2016

Maglioni natalizi 2016: una selezione dai migliori store!

Maglioni natalizi 2016: micro, femminili, sbarazzini o super chic. E poi, per chi ha caldo, le magliette natalizie, ancora più sfiziose. Ecco la mia selezione!

H&M e i suoi maglioni natalizi, l'anno scorso, mi avevano letteralmente rapita! Non ero riuscita a scegliere tra la maglietta-regalo e il maglione Elfie-selfie, e avevo finito per acquistarli entrambi, ma devo dire di essere stata davvero soddisfatta! Talmente tanto che utilizzerei lo stesso abbigliamento anche quest'anno, se non fosse che ho sempre l'intento di stupire i miei commensali. E allora...

Proposte H&M Natale 2015
Proposte H&M Natale 2015

Allora, ecco la mia selezione e le scelte di quest'anno!
Da H&M penso a me (pullover HO HO HO! con paillettes 19.99€) e a mio figlio, ma se avessi una bambina... guardate che delizia...

Maglioni natalizi H&M
Zalando è forse il portale che offre più scelta. Io prediligo i maglioncini corti. Spiritosi sì, ma sempre femminili! E allora ecco due proposte per le amanti del pois (pupazzo di neve ed elfa entrambi firmati ONLY, entrambi con un costo di 35€).

Zalando maglioni natalizi
Ancora un maglioncino in lana micro con tanto di biscottini e albero di Natale (ONLY 35€) e una felpa melange per stare ancora più comodi (17€ firmata JDYParson).
Maglioni natalizi Zalando

 Se invece volete sentirvi ancora più femminili, ho trovato splendido questo maglione colore crema con applicazioni in Swarosvky e spalle scoperte firmato TOPSHOP (65€), sempre su Zalando.


 Infine, per i grandi innamorati: lo stesso maglione, per lui e per lei. Lo trovate su Asos a 23,49€.


Avete caldo? Allora vi do due alternative! Pull and Bear e la sua t-shirt HO, HO, HO! a 7,99€...


... e le magliette-messaggio ideate e realizzate dal concept store Mad Zone, ideali per chi ha da dire "qualcosa" a qualcuno o a chi ama essere semplicemente ironico (lo store si trova a Milano, ma effettua spedizioni in tutta Italia).


Che ne dite? Per quale optereste?


sabato 3 dicembre 2016

Regali Natale originali: effetto WOW per tutti (e acquistando tutto da casa)

Idee regali natale? Siete in difficoltà e vi manca anche il tempo di uscire per comprarli? Nessun problema, vi aiuto io. Spesso, basta solo un click e la missione è compiuta. Per mamme, mogli, fidanzate, amiche, bimbi piccoli e grandi. Vi assicuro che saranno tutti felici!

Idee regali Natale per una MAMMA GIOVANE: parola d'ordine relax

Ne ho già scritto e continuo a ribadirlo: una neomamma ha bisogno di una sola cosa, qualche momento per ricaricarsi, coccolarsi e ritrovarsi. Sentire che è sempre lei, che le energie vanno e ritornano, che è sempre bella e degna di attenzioni da principessa. Ecco perché sarà commuovente regalarle un massaggio IMPERIALE (a quattro mani!) pensato proprio per mamme stanche e senza tempo. Ecco cosa le regalate: il tempo di una coccola speciale nel Mommy's Beauty Lounge, primo Istituto di Bellezza per mamme d'Italia. Andate a sbirciare qui o leggere il mio articolo dedicato.


E se la mamma in questione è felice solo se può condividere, allora potete regalarle un compromesso che la farà contenta: una Family spa privata a disposizione. Mamma, papà e figlio insieme. A turno si va a fare un massaggio! Nessun costo proibitivo, ve lo assicuro, e il paradiso condiviso, forse, è ancora più bello. Leggi il mio articolo dedicato alla catena Musa Luxury Spa.
Noi l'abbiamo provato e siamo stati tutti e tre felicissimi!




FIDANZATA/MOGLIE/AMICA: il gioiello è sempre una buona idea! (prima opzione)

Non dovete temere di risparmiare un anno intero per poterla rendere felice. Io vi assicuro che con i gioielli Osa Younique che ho scoperto da poco riuscirete a far dire wow anche ai "grandi" senza un enorme investimento economico. I gioielli Osa Younique sono moderni e originali. Sarà come indossare un tatuaggio, un ricamo, un disegno: e ogni pietra è incastonata a mano. Pensati per le donne romantiche, ma anche (e forse soprattutto) per donne forti e originali. Potete ordinarli on line, senza problemi di misure: sono tutti regolabili!




Per un'amica ti sembra troppo? Dai un'occhiata ai loro finti septum (orecchino da naso)!

per sapere cos'è puoi leggere il mio articolo "Piercing al naso: è septum mania"



FIDANZATA/MOGLIE/AMICA: una consulenza d'immagine! (seconda opzione)

Se vi sembra che chi amate abbia bisogno di scoprire meglio i suoi punti di forza e di ritrovare la sua bellezza (anche interiore), vi consiglio la consulente d'immagine Angelica Pagnelli perché lavora prima di tutto con il cuore. Un gesto d'amore da farsi regalare con una professionista che legge l'individualità orientandola al miglioramento dell'autostima e dello stile di vita.


Angelica e la consulenza sui colori alla blogger Rossella Padolino per Pinko - credits foto Rosella Pasolino
Angelica scrive su Facebook: "Ieri ho incontrato una giovane mamma che si è auto regalata due giornate con me per ritrovare un po' di autostima dopo un periodo un po' "difficile". In serata era sfinita, ma mi ha scritto che era felice e che il percorso le aveva regalato una sensazione di benessere paragonabile ad una settimana in SPA con il supporto di uno psicanalista. Ora Samanta sa di avere:

✔️ uno stile moderno e chic
✔️un viso a cuore
✔️un incarnato freddo e soft
✔️una figura clessidra


Dopo la rivisitazione del suo guardaroba, siamo pronte oggi per le 6 ore di shopping "razionale".
E da domani, lo stile per Samanta, sarà stile di vita". 


Allettante vero? Potete contattarla su immagineemodi.

BIMBI 2-5 ANNI: si cucina!

Non so i vostri, ma il mio nanetto e i suoi coetanei duenni sembrano aver visto nella pancia Junior Masterchef! Sono tutti - maschi e femmine senza distinzione - grandi appassionati di cucina. E allora Cristina Esposito realizza queste meraviglie atossiche (pasta di mais) per rendere più realistiche possibili le loro imprese culinarie! Contattatela su Facebook!



È tutto finto! Made by Cristina Esposito

BIMBI 5-8 ANNI: il mio nome!


Si chiama “Dov’è finito il mio nome?” ed è un libro personalizzato pensato per tutti coloro che vogliono mettere sotto l’albero un regalo davvero originale per lasciare a bocca aperta grandi e piccoli. Il libro racconta la storia di un bambino che, smarrito il suo nome, inizia una grandiosa avventura alla ricerca delle lettere perdute. Il racconto è ricco di simpatici personaggi e bellissime illustrazioni, ma la vera magia sta nella personalizzazione. Ogni libro, infatti, viene appositamente creato in base alle lettere del nome del piccolo che lo riceverà in dono, rendendo così ogni storia e ogni regalo unici.



Il mio nanetto lo ha ricevuto in regalo, ma è troppo piccolo per sorprendersi a fine libro riconoscendo il suo nome. Vi assicuro che chi riesce a leggere, esclamerà davvero wow! Come acquistarlo? Basta andare sul sito lostmyname, indicare il nome del bambino o della bambina a cui si desidera regalare il libro, selezionare la lingua (ce ne sono 11 a disposizione, tra cui l’italiano) e indicare il sesso.




Ho dimenticato qualcuno (a parte i maschietti che mi perdoneranno)? Chiedimi pure!




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...