to top

Sposa a Milano: 12 atelier da sogno a cui bussare

abiti sposa milano

Abiti sposa Milano: i 12 migliori atelier meneghini dove andare per andare oltre quello che hai sempre sognato. Dalla sposa più classica e romantica a quella più originale e colorata che tu possa immaginare.

Atelier Emè

Tra gli abiti da sposa milanesi quelli di Atelier Emè sono sicuramente tra i più belli. Un marchio storico (presente dal 1961) che realizza in Italia abiti rigorosamente creati a mano e confezionati su misura. Attenti alle tradizione, così come all’innovazione.

Cosa ha in più:

  1. Una nuova collezione esclusiva  – happy bride – dedicata alle spose curvy

Collezione curvy

2) La possibilità di creare on line un abito andando nella sezione crea il tuo abito. Proprio come se giocassi a gira la moda: provare per credere!

Stile di abito: l’ultima collezione 2019 è raffinata, leggera, eterea, elegante e bohemien. Chiffon, tulle ricamato, pizzo impalpabile, sangallo e macramè.

Sezione outlet: no

Le spose di Giò

È un marchio sartoriale che dal 1975 propone abiti da sposa molto femminili e raffinati, mai eccessivi. Manifattura esclusivamente Made in Italy, tagli puliti ed eleganti .

Cos’ha in più:

“Molta cura, poco trucco” – questo il loro claim. “Tutto deve apparire naturale e disinvolto, ma niente deve essere lasciato al caso. Lontano da ogni eccesso fine a se stesso, è lo stile che valorizza la sposa senza trasformarla. Nato dall’esperienza delle sorelle De Capitani (Giovanna e Marisa, da cui nasce il nome Le Spose di Giò), maturata rispettivamente nell’alta moda e nel design“.

Tutti gli abiti Le Spose di Giò® sono venduti solo ed esclusivamente negli Atelier di Monza • Bari • Bologna
Varese • Bergamo • Londra, nel loro Outlet di Bergamo e presso i loro Retailers nel mondo (da controllare sul loro sito). Ogni abito è quindi personalizzato ed adattato al tipo di persona, così come al tono della cerimonia.

Stile di abito: l’ultima collezione è ad oggi ancora quella del 2018: tulle multistrato, pizzo chantilly, organza plissettata, mikado e satin. Una sposa leggera, sofisticata e romantica, quasi sempre perfetta per un matrimonio in spiaggia. Le silhouette sono fluide e morbide.

Le spose di Giò collezione 2018

Sezione outlet: 

Le spose di Milano

Tra gli abiti sposa Milano, le Spose di Milano Principessa Clotilde è uno storico negozio con sede in Piazzale Principessa Clotilde, che vanta la più ampia scelta di abiti sia per la sposa di tendenza che per la sposa in cerca di creazioni di alta moda: Rosa Clarà, Berta, Lazaro, Zuhair Murad, Pronovias, Jesus Peiro, Yolan Cris, Reem Acra, David Fielden, Christos Costarellos, Cymbeline, Victoria Kyriakides, Caroline Catigliano, Valentini Spose e le collezioni d’alta moda esclusiva La Sposa Etica CANGIARI e Graziana per Le Spose di Milano.

abiti sposa milano

Cos’ha in più:

È multibrand.

Sezione outlet: no

CANGIARI

CANGIARI vuol dire cambiare in idioma calabrese e ha come missione il cambiamento della Calabria, la liberazione e il riscatto delle comunità locali. Si oppone allo strapotere della ‘ndrangheta (la mafia locale) e promuove l’idea che l’etica non può accontentarsi di essere solo giusta, ma deve essere anche efficace.

Nato dal sogno di giovani donne calabresi, di far rivivere il lavoro antico e prezioso del luogo, la tessitura con telai a mano, lavoro serpentino e articolato, creando la nuova moda etica, di fascia alta, che si fonde sulla sostenibilità ambientale e sociale, dando vita a creazioni uniche con preziose rifiniture.

Il loro unico showroom non è in Calabria, ma in Viale Monte Santo, 10 a Milano.

La Sposa Etica CANGIARI sceglie un abito pieno di significato. I tessuti sono biologici, realizzati con i telai a mano, arricchiti con ricami finissimi di “chiacchierino”, frutto di lunghe ore di pazienza e amorevole dedizione.

La sposa etica Cangiari

Stile di abito: i tessuti sono realizzati con materiali e colorazioni biologiche, con motivi grecanici (geometrici) bizantini e floreali. Le linee sono pulitissime pensate per una sposa consapevole, naturalista e senza fronzoli.

Sezione outlet: no

Alessandra Rinaudo 

Se la sirena è il tuo modello preferito, allora devi provare a indossare almeno uno degli abiti da sposa firmati Alessandra Rinaudo. Capi realizzati in base alla personalità e alla fisicità di ogni donna, modellati su misura sui corpi come una seconda pelle.

Alessandra Rinaudo

Stile di abito: glamour, moderna e internazionale. Tantissime sirene sinuose, ricami floreali tridimensionali, pietre preziose, maniche importanti, cappe e mantelli sontuosi. C’è tanta abbondanza, per molte spose sarebbe troppa, ma per chi ama osare pur rimanendo raffinate, la Rinaudo non può che essere la scelta più azzeccata.

Sezione outlet: no

Peter Langner

Tra gli abiti sposa Milano, quelli di Peter Langner si contraddistinguono per tre elementi: l’esclusività, la qualità, la sartorialità. Lo stilista sceglie personalmente i tessuti più esclusivi e il suo staff – composto da sarti esperti – da più di vent’anni taglia, cuce, e ricama con cura e a mano tutti gli abiti.

Cos’ha in più:

Con le sue architetture di drappeggi, la sua è decisamente Haute Couture e il prezzo minimo qui si aggira sui 5.000 euro. Peter Langner cura anche gli accessori: veli preziosi, scarpe, guanti, cinture e gioielli.

Stile di abito: elegante, principesco, innovativo, con un tocco di seduzione.

Sezione outlet: no

via della spiga

L’atelier Via della Spiga a Milano nasce negli anni ’20, nel quadrilatero della moda, realizzando capolavori sartoriali lussuosi e personalizzati e affermandosi nell’alta moda sposa a livello mondiale.

Cos’ha in più:

Sul sito è divertente poter scegliere l’abito selezionando il vostro stile preferito: boho chic, bon ton (abiti lisci, raffinatissimi e strutturati), bohemien, night bride, luxury ed esuberance.

Stile di abito: unico, originale, esuberante, d’alta moda.

Sezione outlet: no

Abiti sposa Milano: Marianna Lanzilli 

Nel centro di Milano, le collezioni proposte sono un concentrato di femminilità. Marianna Lanzilli  veste spose romantiche e leggiadre, senza dimenticare le non convenzionali ed è per loro che in collezione inserisce sempre qualche ‘corto’ e qualche colorato.

Cos’ha in più:

La scelta dei tessuti di cui Marianna Lanzilli si occupa personalmente scegliendo i più originali e sofisticati; c’è anche una selezione di tessuti vintage che riscuotono sempre molto successo soprattutto per le spose che scelgono l’abito su misura.

Stile di abito: romantico, boho chic

Sezione outlet: no

Couture Hayez Milano 

Adiacente al celebre quadrilatero della moda in via Francesco Hayez (noto pittore dal quale prende il nome, ispiratosi al famoso Bacio) a pochi passi da porta Venezia si trova la Couture Hayez Milano. L’atelier con una notevole tradizione sartoriale è decisamente agli antipodi delle grandi produzioni in serie. Il fascino e la passione per l’alta moda dell’ epoca dei grandi sarti e stilisti come Valentino, Dior e Yves Saint Laurent uniscono Loriana Conte e Christine Pizzuto, designer e titolari di Couture Hayez Milano (Visita sito) in un magico sodalizio che le porta a realizzare collezioni Sposa di qualità, ricercatezza e stile.

Cos’ha in più:

Tutte le future spose sono seguite personalmente dalle stesse stiliste. Un’intera collezione è dedicata alle giovanissime e prende il nome di Millenial bride. I prezzi degli abiti sono visibili a tutti (cosa alquanto rara).

Stile dell’abito: Leggerezza ed eleganza, tessuti pregiati come georgette di seta, organze impalpabili, chiffon, pizzi leggeri nel rispetto del più autentico Made in Italy.

Sezione outlet: no

Simone Marulli 

Largo ai giovani! Creatività, innovazione e qualità sono gli ingredienti alla base di ogni creazione di questo giovane wedding designer che nell’arco di pochi anni ha già conquistato tanto pubblico. Attivo dal 2005, le sue collezioni spaziano dall’haute couture a linee pret a porter.

Cos’ha in più:

Le sue collezioni si dividono in capitoli (chapter) e sono 4. A partire da quelli ogni sposa può scegliere di personalizzare come meglio desidera il proprio abito o ripartire da zero. Con Simone ogni vostro desiderio, soprattutto quello più estremo, prenderà forma.

Stile dell’abito: ci sono jumpsuit (tute), asimmetrie, trasparenze audaci.

Sezione outlet: no

Melania Fumiko 

Curiosità, sperimentazione, colore, arte sartoriale italiana. A San Babila nel cuore di Milano si trova l’atelier di Melania Fumiko, un piccolo salotto dove sentirsi al centro del mondo.

Cos’ha in più:

Decisamente il colore (non cercati abiti bianchi, qui non li troverete!) e le influenze internazionali, dal Giappone alla Turchia, dalla Thailandia all’Ecuador.

Stile dell’abito: non tradizionale e lontano dai classici.

Sezione outlet: no

Antonio Riva 

Last but not least, Antonio Riva è decisamente uno dei miei favoriti perché è unico nel suo genere e molto riconoscibile. I suoi abiti sposa Milano sono architetture complesse, ma allo stesso tempo pulite. Sembrano fiori.

Cos’ha in più:

La nuova collezione 2019 ha anche un’esclusiva capsule di abiti ricercatissimi. Si chiama Gold Label ed è una mini-collezione composta da cinque modelli-gioiello che prendono ciascuno il nome di una donna ai quali lo stilista è particolarmente legato: Barbara, Ivona, Olivia, Rebecca e Valeria.

abiti sposa milano

 

Stile di abito: fluido, lineare, leggero, romantico e destrutturato. Stile originale che parla di un’evoluzione del classico.

Sezione outlet: no

 

 

 

Ida

  • Camilla

    Mi hai fatta sognare!
    Anche se al momento non ne ho bisogno, mi sono segnata questi atelier, magari prima o poi mi servirà l’abito bianco!
    Non sapevo che Atelier Emè avesse inserito una linea curvy, molto bene!

    XOXO

    Cami

    http://www.paillettesandchampagne.com

    25 giugno 2018 at 18:13 Rispondi
  • mary pacileo

    che particolari e originali i loro abiti da sposa, grazioso quello con il tocco rosa

    25 giugno 2018 at 19:52 Rispondi
  • Silvia

    c’è veramente l’imbarazzo della scelta, sono uno più bello dell’altro! abiti che fanno sognare!

    25 giugno 2018 at 20:18 Rispondi
  • coolclosets

    conosco personalmente Melania Fumiko davvero brava e di grande talento

    25 giugno 2018 at 21:36 Rispondi
  • Esmeralda Evangelista

    Come si fa a scegliere tra tutte queste meraviglie?

    26 giugno 2018 at 8:37 Rispondi
  • Rosanna

    Sono tutti abiti da sogno. Impossibile sceglierne solo uno

    26 giugno 2018 at 10:06 Rispondi
  • Federica Colombo

    Mamma mia, mi stai facendo sognare! 😀 Io vorrei girarli tutti haah

    26 giugno 2018 at 14:39 Rispondi
  • ilmondodichri

    davvero tutti fantastici! C’è l’imbarazzo della scelta!!!

    26 giugno 2018 at 15:07 Rispondi
  • Silvia Faenza

    Purtroppo mi sono già sposata! Mi sposerei nuovamente solo per indossare ancora un vestito da sposa! Li adoro e questi sono davvero da sogno…!

    26 giugno 2018 at 16:56 Rispondi
  • Martina Corradetti

    Ida, se non sapessi che sei già sposata, penserei che ci stai nascondendo qualcosa! 😀

    27 giugno 2018 at 9:03 Rispondi
  • Make up addicted

    Uno più bello dell’altro… un sogno

    27 giugno 2018 at 22:21 Rispondi
  • alessandra oliva

    Da sempre ho un debole per gli abiti dell’atelier Emè, li trovo così raffinati, femminili e spesso con quel tocco barocco che io amo. Molto belli e fuori dagli schemi anche quelli di Antonio Riva, che non conoscevo 🙂

    28 giugno 2018 at 13:09 Rispondi

Leave a Comment

Error: Access Token is not valid or has expired. Feed will not update.
This error message is only visible to WordPress admins

There's an issue with the Instagram Access Token that you are using. Please obtain a new Access Token on the plugin's Settings page.
If you continue to have an issue with your Access Token then please see this FAQ for more information.