to top

Io vesto mio figlio come me (ma in un altro senso)

come vestire un neonato

Come vestire un neonato: mi sono sorpresa a vedere quanti di voi facciano ogni giorno a google questa domanda. Chissà perché davo per scontato che la risposta fosse scontata. Forse ho dimenticato.

Ho dimenticato che quando stai per diventare mamma non sai niente, nessuno ti ha preparato a diventare madre. Non sai come si fa, non sai cosa si sentirà. Immagini che starai al settimo cielo e pensi che la famosa depressione post partum di cui si sente parlare non toccherà te. Probabilmente sarà così: ma nessuno ti ha preparato alla fatica che farai, ai sacrifici in nome dell’amore, al sonno perduto, alla pazienza di Giobbe a lungo termine che ti verrà.

Diventare mamma è straordinario, ma è anche il lavoro più impegnativo del mondo. La responsabilità di un altro essere umano ti porterà a farti mille domande, a perderti tra mille dubbi, a non sapere come comportarti, a cedere quando non vorresti e a essere dura per poi pentirtene l’attimo dopo.

E poi i sensi di colpa

Invidio l’assenza totale di questa sensazione che ho riscontrato nei papà e mi sono chiesta il perché di questa enorme differenza.

Non so cosa pensino i papà (anche se ne ho conosciuto uno davvero speciale e sensibile che potete leggere qui), ma ho ragionato sul fatto che i nostri innumerevoli sensi di colpa di mamma hanno a che fare spesso con la nostra idea di “mamma perfetta o ideale” che si va, prima o poi, per forza a scontrare con le nostre mille (e bellissime aggiungerei) imperfezioni e debolezze.

La mamma perfetta non esiste. La mamma perfetta di tuo figlio sei tu e basta

Me lo ripeto sempre quando sto per provare un piccolo senso di colpa perché scelgo di ritagliarmi una sera con le amiche. Resisto meglio se c’è una cosa che mi appassiona tantissimo (come la serata di X Factor che per me è sacra e adesso mio figlio di due anni e mezzo ha imparato a stare in religioso silenzio mentre i concorrenti cantano, mi auguro sia anche un modo per appassionarsi a una passione della mamma).

Ma torniamo a noi. Spero che in realtà questo articolo possa servirvi anche a darvi informazioni utili visto che i consigli sulla moda e sull’abbigliamento sono il mio forte e siete state proprio voi a porvi questa domanda.

Allora torniamo alla questione originale: come vestire un neonato?

Come vestire un neonato: prima del parto

La famosa valigia da portare con voi in ospedale deve contenere una serie di cose che, spesso, varia da ospedale in ospedale. Sono loro, infatti, che si occupano della prima vestizione e anche di alcuni cambi successivi. Con un mesetto di anticipo sappiate che dovete riempire la sacchetta del piccolo con: 5 Tutine in cotone a manica lunga, 5 Body in cotone, una camicina portafortuna (di cotone), un golfino/giacca/tutina piuma oca per le dimissioni, a seconda della stagione, cappellino e sciarpina per le dimissioni (solo in inverno), copertina cotone o lana per le dimissioni, a seconda della stagione e 2 paia di scarpine di lana o cotone (solo in inverno).

Sono cose basiche e devono essere antiallergiche, quindi meglio concentrarsi sulla qualità piuttosto che sulla “bellezza” del capo. Per la bellezza avremo tutto il tempo del mondo.

Come vestire un neonato appena nato

Lo ammetto, più crescerà più sarà divertente vestirlo. Io ho avuto un maschietto, ma quanto adoravo i vestitini da neonata, così vezzosi su pur minuscoli! Non pensavo che anche il maschietto potesse essere variegato e divertente allo stesso modo e invece avevo solo un pregiudizio.

Da appassionata di moda ho scoperto abitini originalissimi e sono diventata da subito un’appassionata dei pantaloni con il cavallo basso (che vi assicuro ci sono anche 0-3 mesi). Ho amato le salopette giocose, con le tasche che nascondevano sorprese e le orecchie da orsacchiotto. Ho evitato i colori canonici ed eccessivamente caratterizzanti. Penso che lo farei anche se avessi una femmina nonostante (chi mi conosce e mi legge qui lo sa) sia una grandissima appassionata del rosa.

Infine, sono fermamente convinta che ci si debba vestire bene non solo in certi tipi di occasioni. E questo vale anche per i nostri cuccioli.

Penso a me, a come mi sento quando so di essere ben vestita e mi piace particolarmente quello che indosso, anche per una semplice passeggiata. Così quando i nostri bimbi inizieranno a crescere e a spendere il loro tempo prevalentemente all’asilo e al parco giochi, osate: siate creative e colorate. Anche se si sporcano, anche se quell’abito da bimba bellissimo non durerà neanche una stagione, comprateglielo, fategli sentire e vedere come ci si sente. D’altronde quante volte compriamo anche per noi cose bellissime e costosissime che anche se potessero durare in eterno in realtà indossiamo pochissime volte nella vita?

come vestire un neonato

Giocate con la moda insieme a loro, sono sicura che da grandi ne rimarrano influenzati. Positivamente s’intende.

Che ne pensate?

Ida

  • Flavia Cru

    Io non sono mamma ma penso sempre “come faccio a sapere se ha freddo/caldo?”

    11 ottobre 2017 at 13:20 Rispondi
  • Camilla

    Un post davvero molto utile alle neo mamme!
    Lo devo far leggere alla mia amica che ha partorito da poco!

    XOXO

    Cami

    http://www.paillettesandchampagne.com

    11 ottobre 2017 at 15:59 Rispondi
  • Vale G.

    Con la mia prima figlia è stato un dramma perchè io super freddolosa e invece lei aveva i calori 😛 invece con la seconda ho imparato ad ascoltare di più le sue esigenze

    11 ottobre 2017 at 16:15 Rispondi
  • Marina

    Hai perfettamente ragione la migliore mamma del mondo siamo noi per i nostri cuccioli e per quanto riguarda gli abiti meglio la comodità!

    11 ottobre 2017 at 17:53 Rispondi
  • Silvia

    io non credo che ogni mamma sia perfetta per il proprio figlio, ci sono delle mamme orribili che creano enormi danni ai figli, non basta partorire per essere una buona madre!

    11 ottobre 2017 at 20:26 Rispondi
  • Valentina

    Post utile per tutte le neo mamme, poi i vestitini da bimbo piccolo sono così adorabili!

    11 ottobre 2017 at 23:44 Rispondi
  • Myriam

    Questo post cade proprio a fagiolo, dato che tra poche settimane nascerà mio figlio! Per gli abiti non mi sono proprio posta il problema: sarà che ho avuto solo fratelli e cugini più piccoli, quindi sono abituata a vestirli e vederlo fare.
    E’ sicuramente un gran divertimento!

    12 ottobre 2017 at 11:11 Rispondi
  • Kiki Tales

    Post utilissimo! Grande :*

    12 ottobre 2017 at 21:46 Rispondi

Leave a Comment