to top

Coolsculpting: cos’è, perché è diversa (e funziona!)

coolsculpting

CoolSculpting®: vi presento la procedura numero 1 al mondo che distrugge il grasso in modo definitivo e non invasivo provata sulla mia stessa pelle. 

Esistono tantissimi trattamenti “speciali” che promettono di eliminare per sempre l’accumulo di adipe indesiderato, ma quanti funzionano veramente e, soprattutto, in maniera definitiva?

Pochi, ahimè, e qualcuno l’ho anche sperimentato in passato sulla mia stessa pelle.

Recentemente, invece, sono venuta a conoscenza del sistema CoolSculpting®: un dispositivo (non chirurgico) che applica un raffreddamento controllato non invasivo (criolipolisi) in grado di ridurre definitivamente le adiposità localizzate.

Visto che il passaparola arrivava da persone che ho potuto ammirare con i miei stessi occhi, ho deciso di andare più a fondo e provare sulla mia stessa pelle.

Coolsculpting®: come fa?

Il raffreddamento controllato della tecnologia CoolSculpting® avviene in maniera estremamente precisa ed è in grado di colpire solo le cellule di grasso sotto la pelle, lasciando inalterata la pelle stessa. Non usa aghi e il tempo di inattività è minimo dopo il trattamento. Personalmente sono tornata ad allenare il mio corpo dopo 4 giorni dal trattamento.

coolsculpting

Come funziona Coosculpting®

La mia personale esperienza con Coolsculpting®

Non sempre sane abitudini alimentari e sport sono sufficienti a mandare via un certo grasso ostinato che rimane sempre lì nonostante tu sia in perfetta forma. È il mio caso: magra ma con la tendenza ad accumulare di costituzione tutto il grassetto sull’addome. Ce l’ho da sempre. Poco ma onnipresente.

Da due anni, lo sapete, seguo un’alimentazione sana e controllata e, quando riesco, una dieta senza zuccheri. Da quasi due mesi, invece, mi alleno in casa con la ginnastichina della famosa anti personal trainer In forma con Fede, la personal trainer virtuale (anche se Federica esiste eccome!) che studia piccoli ma efficacissimi programmi di allenamento per chi odia la palestra e non ha infinito tempo per allenarsi.

Con impegno e costanza i risultati in questi anni sono arrivati e sono stati sicuramente quelli sperati: meno 8 chili e tantissimi cm in vita in meno (il mio punto debole).

La pancia di costituzione: il mio punto debole

E a proposito di giro vita eccomi qua a spiegarvi il motivo per il quale ho deciso di sottopormi al trattamento di coolsculpting da Acaia Medical Center a Roma dopo averne sentito parlare così tanto e aver appurato che il loro fosse uno dei centri leader in Italia per professionalità e livello di soddisfazione del cliente.

Sono ormai una taglia 40, ma continuo a indossare solo costumi interi per via della mia pancetta di costituzione. Accumulo adipe sin da quanto ne ho memoria, sia nella parte superiore che in quella inferiore dell’addome. Nella parte superiore si è formata da anni anche una fastidiosa piega dovuta alla mia postura un po’ curva (anche su questa ci sto lavorando).

Ecco che Acaia Medical Center visitandomi mi ha prospettato la soluzione definitiva: perdita localizzatissima e definitiva di quell’accumulo adiposo grazie alla criolipolisi.

Una tecnica innovativa e rivoluzionaria che ha aspirato e congelato il 25% delle mie cellule adipose proprio lì dove volevo io e che in 90 giorni andranno in morte cellulare senza riformarsi mai più.

Coolsculpting funziona davvero? Ecco come si è svolta

  1. Dopo avermi visitato, sono state scattate delle foto in 3D in cinque diverse posizioni. La tridimensionalità consentirà di sovrapporre le nuove foto a 90 giorni per verificare effettivamente la perdita di volume con una precisione millimetrica.
  2. Hanno poi proceduto alla misurazione dell’adipe da trattare per scegliere il tipo di manipolo da utilizzare.
  3. Scelto il manipolo e vista la parte da trattare, hanno deciso di suddividere l’addome superiore in due porzioni da trattare separatamente. Prima l’una e poi l’altra con una tempistica di 35 minuti di raffreddamento a parte.
  4. Entrambe le parti sono state leggermente risucchiate dal manipolo e poi raffreddate per 35 minuti. Subito dopo, per sfiammare la parte particolarmente fredda, mi è stato fatto un massaggio di pochi minuti per riattivare la circolazione.
coolsculpting

Coolsculpting da Acaia Medical Center a Roma

In meno di due ore, senza avvertire assolutamente niente se non 30 secondi di gelo intenso (che poi scompare perché la parte si addormenta), il trattamento è stato completato.

La sera stessa una delle due parti si è leggermente gonfiata (ero stata avvisata ed è tutto nella norma), mentre entrambe sono rimaste leggermente indolenzite per qualche giorno.

Adesso, mentre indosso per la prima settimana una guaina contenitiva, attendo con ansia di misurare il mio prima e dopo e di poterlo mostrare a tutti voi!

Coolsculpting: su quali parti del corpo può agire?

  • addome
  • doppio mento
  • fianchi
  • cosce
  • schiena
  • braccia

Che differenza c’è con la liposuzione?

Con la liposuzione (che è un vero e proprio intervento chirurgico in anestesia) si può aspirare apparentemente molto più del 25% di adipe, ma in realtà non si riesce a ottenere la morte programmata delle cellule. Per cui è vero che si aspira di più, ma solo volume. Con il tempo, quel grasso aspirato purtroppo tende a riformarsi a differenza della coolsculpting che elimina definitivamente quelle formatesi alla nascita.

Curiosità: dai ghiaccioli a CoolSculpting®

Ormai diversi anni fa, gli scienziati della Harvard University avevano osservato come alcuni ad bambini che mangiavano i ghiaccioli fossero venute delle fossette sulle guance. Dieter Manstein, MD e R. Rox Anderson, MD, si sono perciò resi conto quanto il ghiaccio potesse danneggiare selettivamente piccole sacche di cellule adipose. L’idea che il freddo possa colpire le cellule di grasso, senza intaccare in nessun modo la pelle o il tessuto circostante, è stata l’intuizione dietro la criolipolisi, la scienza su cui si basa proprio la procedura CoolSculpting®.

Controdindicazioni? Possono sottoporsi tutti al trattamento di coolsculpting?

Come ogni trattamento importante anche Coolsculpting ha delle controindicazioni. Sono poche ma ci sono ed è bene conoscerle.

Coolsculpting non è adatto a donne incinta o in allattamento, a persone con problemi circolatori, disturbi neuropatici, cardiopatie o patologie dermatologiche. In ogni caso il colloquio approfondito che precede la seduta fugherà ogni dubbio e sarete assolutamente certi se le vostre condizioni fisiche sono adeguate al trattamento.

Non mi resta che dirvi… stay tuned and… stay cool!

 

Ida

  • Fra

    Ammetto che non conoscevo questa tecnica
    Mi ha affascinato il tuo scritto

    26 novembre 2019 at 10:44 Rispondi
  • Irene

    Non conoscevo le proprietà del ghiaccio: sembra un miracolo! Ma effettivamente tutto ha senso!!!

    26 novembre 2019 at 11:14 Rispondi
  • Katrin Poe Mg

    Sinceramente non so cosa pensare di questo trattamento, è la prima volta che leggo qualcosa in proposito, ma devo ammettere che ultimamente si vengono a scoprire tecniche di tutti i tipi, per qualsiasi ramo cosmetico e di bellezza, tutto molto bene perchè si creano nuove figure professionali un campo che si amplia sempre di più arricchendosi di esperti da tutto il mondo, che portano con loro consigli ed esperienza per queste nuove tecologie che ci proiettano sempre di più verso il futuro

    26 novembre 2019 at 15:16 Rispondi
  • Cristina Giordano

    Non conoscevo questo trattamento non invasivo. Da tenere in considerazione, anch’io ho la pancetta e pure molta uff

    26 novembre 2019 at 18:26 Rispondi
  • Sissi

    Ho sentito parlare di questo trattamento, mi incuriosisce!

    26 novembre 2019 at 19:14 Rispondi
  • Esmeralda

    Se funziona la voglio provare assolutamente.

    26 novembre 2019 at 19:29 Rispondi
  • Eleonora

    Ma sembra la soluzione ai miei problemi localizzati che proprio non riesco a far andar via! E poi dici che è meglio della liposuzione e meno invasiva.. Devo andare a informarmi bene 🙂

    26 novembre 2019 at 19:46 Rispondi
  • Maria Domenica Depalo

    Ho letto con attenzione questo articolo visto che non conoscevo la coolsculpting. Anch’io in effetti ho un po’ di pancetta che non vuole andare via. Quindi potrei provare questa tecnica non invasiva.
    Grazie!!

    26 novembre 2019 at 20:01 Rispondi
  • Sara Bontempi

    Una nuova tecnica che mi incuriosisce e che ancora non conoscevo, grazie per la segnalazione!

    26 novembre 2019 at 21:18 Rispondi
  • Anna Pernice

    Non la conoscevo. Grazie per tutte queste info

    30 novembre 2019 at 10:45 Rispondi

Leave a Comment

This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram Access Token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

Error: No posts found.

Make sure this account has posts available on instagram.com.

Error: admin-ajax.php test was not successful. Some features may not be available.

Please visit this page to troubleshoot.