to top

Viaggiare con i bambini: cosa offrono compagnie aeree e alberghi nel mondo?

viaggiare con bambini

Viaggiare con bambini viene considerato limitante e faticoso per alcuni, straordinario e arricchente per altri. Di certo è bello poter viaggiare con la propria famiglia con la consapevolezza di sentirsi agevolati e, in qualche modo, anche coccolati.  Dopo aver sperimentato tantissime differenze da compagnia a compagnia e aver ricevuto tante domane in merito, mi sono chiesta in maniera più approfondita: cosa fanno le compagnie aeree, gli alberghi, le città e gli aeroporti per donne in gravidanza e bambini? Con il pancione fino a quale settimana si può viaggiare?

Ad aiutarmi il motore di ricerca KAYAK.it che ha raccolto in una guida pratica e ricca di consigli e suggerimenti utili per viaggiare con bambini al meglio.

Viaggiare in gravidanza: fino a quando?

Questa è una domanda che mi sono fatta anche io non appena rimasta incinta temendo di dover rinunciare a prendere l’aereo troppo presto. Invece scoprirete come le limitazioni siano davvero poche se la vostra gravidanza non ha complicazioni. Ecco le differenze tra le diverse compagnie.

  • Alitalia dopo la 28ª settimana raccomanda alle donne in gravidanza di non viaggiare da sole, dall’inizio del nono mese viene richiesto un certificato medico che indichi la data prevista per il parto.
  • Ryanair e Vueling ti lasciano viaggiare fino alla 35ª settimana, ma dopo la 28ª settimana richiedono il certificato medico.
  • Easyjet ti lascia viaggiare fino alla fine della 35ª settimana, oppure fino alla fine della 32ª per una gravidanza gemellare senza complicazioni. Il certificato medico non è richiesto se durante la gravidanza non ci sono state complicazioni.
  • Con Lufthansa viaggi fino alla fine della 36ª settimana (gravidanza senza complicazioni), ma dopo la 26ª ti richiedono il certificato medico.

Viaggiare con bambini: con i neonati in aereo è gratis?

Il neonato viene considerato tale fino a quando non compie 2 anni. Nonostante non abbia posto a sedere (perché viaggia in braccio al genitore) vola gratis solo per Lufthansa. Per il “disturbo” Ryanair chiede 20€ a tratta, Vueling 25€, Easyjet 28€ e Alitalia fino a 80% in meno del biglietto per adulto.

 

Voli bambini costi: fino a quando è gratis e con quale compagnia aerea?

 Dai 2 agli 11 anni, invece, sappiate che viaggiare con bambini è differente: anche loro hanno un posto a sedere e pagano quasi sempre con una riduzione: Alitalia vi va pagare fino a 20% in meno del biglietto per adulto, Lufthansa 25% in meno del biglietto per adulto mentre, invece, Vueling, Ryanair e Easyjet applicano la tariffa dell’adulto (anzi, con Ryanair hai l’obbligo di prenotazione e quindi paghi ancora di più dell’adulto!).

Il trasporto di passeggini e seggiolini è gratuito in tutte le compagnie aeree.

Giochi o attività a bordo dedicato ai bambini?

  • Non c’è da aspettarsi niente da Ryanair, solo tante vendite che, devo ammettere, hanno disturbato spesso il sonno del mio piccolo. Purtroppo il prezzo basso si ripaga a “caro prezzo” a parer mio.
  • Alitalia ci ha regalato per il suo primo viaggio – il nostro piccolo aveva 5 mesi – un certificato firmato dal capitano: lo chiamano battesimo di volo. Pare che offrano a bordo anche cartoni animati (io non li ho mai visti per tratte brevi).
  • Easyjet promette snack e bibite dedicate, giochi e materiale da disegno. Vueling offre un menù per bambini e Lufthansa (che vince per varietà di offerta) una scatola con diversi giochi (puzzle, materiale da disegno) più il menù per bambini, più cartoni animati.

Tutti le compagnie aeree consigliano sempre di portare qualcosa che i bambini possano masticare durante il decollo e l’atterraggio per aiutare a compensare le pressione auricolare (se il bimbo è piccolo il ciuccio è perfetto).

 Aeroporti a misura di bambino

KAYAK.it ha messo a confronto 5 aeroporti italiani molto popolari (Roma Fiumicino (FCO), Milano Malpensa (MXP), Bergamo Orio al Serio (BGY), Milano Linate (LIN) e Venezia Marco Polo (VCE) e  5 aeroporti internazionali (Londra Heathrow (LHR), Parigi Charles De Gaulle (CDG), Barcellona El Prat (BCN), Amsterdam Schiphol (AMS) e Praga (PRG) per scoprire quali servizi mettono a disposizione per le famiglie.

Gli Aeroporti di Milano (MXP, LIN) propongono l’iniziativa Family Friendly, che permette alle famiglie con bambini fino a 12 anni di avere priorità al momento dell’imbarco. Anche l’aeroporto di Roma FCO permette l’imbarco prioritario, a seconda della compagnia aerea (sicuramente Alitalia). Ecco tutti i gli altri servizi riassunti in due tabelle disegnate da Kajak.

Hotel adatti a famiglie nelle città europee più popolari

Per chi è in cerca di idee e ispirazione per il prossimo viaggio con la propria famiglia, KAYAK.it ha individuato attività e luoghi da non perdere per far divertire anche i piccini. A Parigi di nuovo segnala la Spiaggia a Île Saint-Louis, a Londra il Sea Life London Aquarium, Negozio di giocattoli Hemley, Warner Bros Studio Harry Potter Tour , a New York il parco giochi e il giro in barca a Central Park e il Parco divertimenti di Coney Island. A Copenaghen lo Zoo di Copenaghen, il Parco divertimenti Tivoli e il Parco dei Cervi . A Barcellona Barceloneta, Museo del Cioccolato, Parco del labirinto di Horta, a Vienna Casa del Mare e Parco Bogi, ad Atene (aggiungo io) leggete la mia guida.

Per il momento è tutto. Con quale compagnia vi siete trovati meglio e con quale peggio?

Ida

Leave a Comment

This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram Access Token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

Error: No posts found.

Make sure this account has posts available on instagram.com.

Error: admin-ajax.php test was not successful. Some features may not be available.

Please visit this page to troubleshoot.